770/2008: slitta al 31 luglio la presentazione del modello?


La presentazione del modello 770/2008 semplificato sarà prorogata al 31 luglio. E’ quanto stabilito con l’approvazione di un emendamento da parte delle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio nel corso dell’esame del disegno di legge di conversione del decreto cosiddetto “mille proroghe”. L’emendamento “bipartisan” era stato presentato nei giorni scorsi da Franco Ceccuzzi del Partito Democratico; Ludovico Vico del Pd e da altri deputati della Sinistra Democratica, di Forza Italia, della Lega Nord e dell’Udc. Il via libera delle Commissioni alla proroga di quattro mesi del modello 770 è arrivato nel mentre era in corso di predisposizione un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che intendeva prorogare solo fino al 30 aprile il termine previsto per l’invio del modello.
Il provvedimento di natura straordinaria, valido solo per il periodo d’imposta dell’anno 2007, consentirà ai sostituti d’imposta e agli intermediari di compilare correttamente il modello 770 viste le ulteriori informazioni richieste dalla Legge Finanziaria 2008, tra cui il codice fiscale dei familiari a carico, l’indicazione dei dati per verificare i bonus degli incapienti e altre notizie che necessariamente aumenteranno il carico di lavoro per la compilazione dei modelli.
“Accogliamo con soddisfazione – afferma Franco Ceccuzzi – l’approvazione dell’emendamento che raccoglie soprattutto le aspettative degli intermediari ed avrà un impatto positivo sui contribuenti. Un provvedimento che va, infatti, nella direzione di un rapporto sempre più disteso fra fisco, cittadini e imprese. L’entrata in vigore è naturalmente subordinata alla conversione in legge del decreto entro il 1° Marzo prossimo. Un atto che rientra nelle prerogative del Parlamento anche in caso di crisi di governo e che contiene misure finanziarie e di proroga che ne rendono indispensabile l’applicazione”.

Redazione Nove da Firenze