Nel giardino di Eden e nelle selve d'Olimpo
Firenze, Galleria degli Uffizi, Sala delle Reali Poste, 18 dicembre 2005 - 29 gennaio 2006


Dal prossimo 18 dicembre alla Galleria degli Uffizi, nelle sale delle ‘Reali Poste, si rinnova l’appuntamento con la mostra di Natale de ‘I mai visti’. Il tema scelto per questa edizione è il nudo. Nudo nella pittura di soggetto sacro e nella pittura profana. "È un tema - dichiara il curatore Antonio Natali - che a qualcuno potrebbe sembrare poco pertinente alla festività che si celebra, ma la purezza e la dignità del nudo risalgono proprio alle Sacre Scritture. Basterà rileggere il celebre brano del Genesi sopra riportato, dove la nudità è senza vergogna, finché Eva e Adamo non compiono nel giardino di Eden il loro peccato di disubbidienza. Ma la nudità senza vergogna è condizione primordiale, sicché non sarà prerogativa solo del giardino di Eden, ma anche delle selve d’Olimpo, dove si consumano gli amori degli dei".

La mostra è una scelta di quadri di autori ed epoche diverse, dall’antico ai nostri giorni. Si potranno ammirare opere di Cranach, Tiziano, Veronese, Ribera, Tiepolo, fino ad arrivare ai maestri contemporanei, quale Rauschenberg. Inoltre si troveranno molti dipinti d’importanti maestri del Seicento fiorentino, dall’Empoli al Bilivert, da Giovanni da San Giovanni al Dandini, da Cecco Bravo al Martinelli, dal Volterrano al Gabbiani. Sono trentasei opere, tutte provenienti dai Depositi degli Uffizi, e quindi inedite per il pubblico della Galleria.

La mostra è divisa in due sezioni; la prima, appunto, incentrata sulla pittura di genere sacro, dove, fra gli altri, saranno esposti alcuni dipinti che illustrano storie di Adamo (La creazione di Adamo di Jacopo da Empoli) e altri che narrano vicende della vita di Gesù (la Madonna del libro del Pontormo); seguendo, in questo, il principio che Adamo è figura di Cristo (il quale è appunto "nuovo Adamo") e cercando così di documentare – sia pur concisamente – il concetto della continuità tra Vecchio e Nuovo Testamento.


L’altra sezione, numericamente più nutrita, è dedicata alla pittura profana. E qui naturalmente il nudo assume valenze differenti. Si vedranno corpi di divinità reclinate, e poi allegorie e scene d’amore; quadri sovente di provenienza dalle collezioni medicee. Opere quali il Giudizio di Paride di Lucas Cranach, Venere e Amore di Tiziano, Venere e Mercurio davanti a Giove del Veronese, Putti in volo del Tiepolo.


Si potrà ammirare, inoltre, un’opera totalmente inedita per il pubblico degli Uffizi, in quanto acquisita recentemente dalla Galleria: un estatico San Girolamo di Jusepe de Ribera, opera d’altissimo tenore qualitativo.

La mostra si conclude, infine, con un omaggio agli artisti, che (non foss’altro per esigenze formative di studio) si sono sempre volti al tema del nudo. La loro presenza – in veste d’autoritratti – sarà attestata in mostra da tre grandi opere di Robert Rauschenberg, Laszlo Lakner e Mario Fallani. E saranno proposti in sequenza poco usuale e fors’anche inattesa.

La mostra, come sempre a ingresso gratuito, è il regalo natalizio alla città dall’Associazione Amici degli Uffizi (che ha incluso questa manifestazione tra i suoi programmi annuali) insieme al Polo Museale Fiorentino e alla Galleria degli Uffizi. La mostra è resa possibile dal contributo determinante dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

La mostra è realizzata da Contemporanea Progetti ed è inserita fra gli eventi di "Inverno a Firenze".


A NATALE REGALATI O REGALA LA TESSERA DEGLI AMICI DEGLI UFFIZI

Per quest’anno si può pensare di regalarsi o regalare a una persona cara, a un amico, a un collega qualcosa di veramente speciale e originale: la Card degli Amici degli Uffizi.

Con la tessera degli Amici i vantaggi sono tanti:


l’ingresso gratuito alla Galleria e ai musei statali fiorentini


il Giornale degli Amici degli Uffizi a domicilio con tutte le novità della Galleria (le nuove acquisizioni, i recenti restauri, ecc.)


si può partecipare alle visite esclusive guidate alla Galleria, ai viaggi organizzati per visitare le mostre più importanti in tutta Italia. Inoltre si può usufruire degli sconti per i concerti dell'ORT, del Teatro Verdi, della Pergola e del Teatro del Maggio Musicale. Questo ed altro da offrire od offrirsi con un piccolo contributo annuale .


Come diventare socio dell'Associazione Amici degli Uffizi:


Socio ordinario:

* Individuale: valida per un adulto (costo 60,00)

* Famiglia: due adulti e due ragazzi fino a 18 anni (costo 100,00)

* Giovane: fino a 26 anni (costo 25,00)

Socio sostenitore:

* Sostenitore: un contributo importante a sostegno di un importante progetto (costo 500,00)

* Azienda: l’Impresa e Cultura a sostegno dello "sviluppo" culturale (costo 1.000,00)


Ci si può iscrivere all’associazione recandosi direttamente agli Uffizi. È infatti finalmente attivo l’annunciato welcome-desk, una nuova iniziativa degli Amici degli Uffizi e del Polo Museale Fiorentino, un servizio di accoglienza permanente per i soci e per il turista culturale, primo esempio in Italia, ospitato all’ingresso della sala delle Reali Poste. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla generosità di Fondiaria-Sai e alla collaborazione della Provincia di Firenze e dell’ APT- Azienda di Promozione Turistica.

Il welcome desk sarà un punto di riferimento non solo per i fiorentini, ma per tutti coloro che hanno a cuore il museo e la sua tutela: accolti da personale specializzato, potranno iscriversi, oppure rinnovare la propria tessera; potranno usufruire di una serie di informazioni utili alla visita del museo stesso e della città, potranno trovare informazioni inerenti alle iniziative culturali della provincia e della regione e tramite il collegamento on line con l’APT tutti, cittadini e turisti potranno essere informati in tempo reale delle iniziative culturali in corso.

Redazione Nove da Firenze