Con il sistema di telemedicina anche in montagna, in tempo reale, cartelle cliniche e referti
Attivo a Villa Montalvo di Campi Bisenzio un innovativo servizio di accesso gratuito ad Internet


In Mugello medici di famiglia e pediatri, medici e operatori sanitari dell’ospedale potranno dialogare e scambiarsi on line cartelle cliniche e informazioni sui pazienti col sistema informatico-telematico “Telemedicina Mugello”. Il progetto ha ricevuto a maggio a Roma al Forum P.A., Forum della pubblica amministrazione, il secondo premio nella sezione “Innovazione Sanità-Servizi on line”. Ed ora sta per partire. La Comunità Montana del Mugello, oltre ad aver pronti locandine, depliant e altro materiale informativo che saranno in bella vista in farmacie, distretti e ambulatori dei medici, oltre che presso l’Ospedale di Borgo San Lorenzo, sta per spedire 27.000 lettere, quante sono le famiglie della zona socio-sanitaria Mugello: contengono, oltre ad un depliant informativo, il foglio di “consenso informato”, cioè l’autorizzazione da firmare e riconsegnare al proprio medico o pediatra, oppure al CUP (Centro unificato prenotazioni) dell’ospedale, i distretti sanitari dei comuni, infine nei box presenti nelle farmacie.
Il progetto, realizzato da Comunità Montana e Asl 10 con il coinvolgimento attivo dei medici di famiglia e pediatri di libera scelta, per un importo complessivo di 348.600 euro (finanziati dal Comitato Tecnico Interministeriale per la Montagna-Ministero del Tesoro, Regione Toscana e la stessa Azienda Sanitaria), è stato presentato questa mattina a Borgo San Lorenzo dal presidente dell’ente montano Stefano Tagliaferri, dal presidente e direttore della Società della salute, rispettivamente, Marzia Gentilini e Massimo Principe (che come responsabile di zona Asl ha parlato anche per conto della Direzione generale), da alcuni medici di famiglia, come Giovanni Banchi e Luca Mercatali, e pediatri, dal direttore sanitario dell’ospedale Lucia Turco con il primario di Radiologia dott. Consalvo, ed infine da Luca Margheri, presidente dei titolari delle farmacie di Firenze e provincia.

Cos’è “Telmed”
E' un sistema di connessioni informatiche e telematiche fra ambulatori dei medici di base, poliambulatori, ambienti e unità operative dell’ospedale che permette uno scambio “in rete” di dati, informazioni, referti limitando lo spostamento fisico delle persone. I vari ambienti dell’ospedale (pronto soccorso, radiodiagnostica, laboratorio di analisi, e successivamente unità specialistiche, altri presidi e strutture) potranno “dialogare” con gli studi medici e pediatri della zona e viceversa. Fin da subito il sistema funzionerà per gli esami del Laboratorio di analisi e per la Radiologia. «Questo nuovo servizio che attiviamo va incontro a tutti i cittadini del Mugello, soprattutto delle aree montane, perché si velocizzano i tempi delle diagnosi e soprattutto si limitano gli spostamenti. Ci crediamo molto - sottolinea il presidente della Comunità Montana del Mugello Stefano Tagliaferri - perché come recita il depliant informativo che abbiamo preparato ‘In un territorio vasto e montano come il Mugello, dove le distanze sono grandi, l’accessibilità è limitata, i tempi più lunghi, la tecnologia può davvero essere utile per migliorare la qualità della vita dei cittadini, e rendere tutti un po’ più uguali nei diritti’. Nella nostra zona sociosanitaria - aggiunge - ci sono 11 comuni e circa 62.000 cittadini. Molti di questi vivono nei centri del fondovalle, vicini ai servizi, ma tanti abitano invece in frazioni lontane, anche difficilmente accessibili soprattutto nei mesi invernali. Ebbene, con Telmed si va incontro a loro: insomma, la sanità scala la montagna» - conclude Tagliaferri.
Con Telmed i medici e i pediatri di famiglia, che sono le figure sanitarie più vicine ai cittadini e che in misura molto significativa (oltre l’80%) hanno aderito e sostenuto il progetto, possono “parlare” velocemente con il presidio ospedaliero di Borgo attraverso sistemi telematici sicuri. Così i referti degli esami effettuati all’ospedale sono messi immediatamente a loro disposizione, riducendo i tempi di diagnosi. Inoltre, in caso di ricovero d’urgenza, il Pronto Soccorso potrà consultare le schede predisposte dai medici di famiglia con i dati sanitari di ogni paziente, rendendo più rapido e preciso l’intervento d’urgenza. Medici di famiglia e pediatri stanno concludendo l’attività di formazione ed entro novembre saranno in grado di utilizzare il sistema. Che partirà non appena verrà “autorizzato” dai cittadini con la firma del “consenso informato”. Presumibilmente da gennaio 2005.

=============

Dal 22 ottobre 2004 sarà attivo, presso la sede di Villa Montalvo a Campi Bisenzio, un innovativo servizio di accesso gratuito ad Internet. L'innovazione consiste nella possibilità di utilizzare collegamenti senza fili, mediante dispositivi con tecnologia Wi-Fi, oltre ai normali canali di accesso da postazioni fisse.
Questa prima isola di connettività Wi-Fi realizzata dal Comune di Campi Bisenzio rappresenta una delle rare esperienze in Italia di applicazione della tecnologia wireless nella Pubblica amministrazione; finora, infatti, la diffusione di quelli che vengono comunemente chiamati Hot-Spot è limitata principalmente all'interno dei terminal dei grandi aeroporti, alle catene alberghiere ed ai centri congressi e si sta diffondendo rapidamente per la grande libertà offerta dal navigare senza fili.
In particolare il collegamento potrà avvenire, da parte degli utenti che si siano registrati presso la biblioteca, con una delle seguenti modalità: con cavo di rete:
· nell'atrio della biblioteca: da uno dei personal computer a disposizione;
· in sala lettura: collegando il proprio portatile a un punto rete libero;
senza fili:
· nei giardini interni alla villa, nelle salette di attesa, nella Sala Nesti e in alcune sale della biblioteca: dal proprio dispositivo mobile (portatile, palmare, telefonino di ultima generazione) che usi la tecnologia Wi-Fi.

Registrazione e modalità di utilizzo
Per effettuare la registrazione è sufficiente presentarsi presso la biblioteca comunale con un documento di identità. Sarà rilasciato un tesserino nel quale saranno riportati utente e password. Ad ogni utente sarà consentita la navigazione per un massimo di 6 ore mensili.
Tutti potranno invece accedere liberamente (senza conteggio di tempo utilizzato) a contenuti locali e ad un elenco di siti di interesse stabilito dall'Amministrazione comunale.

L'accesso al servizio
L'accesso alle postazioni PC fisse e ai punti rete in sala lettura è regolamentato con un meccanismo di prenotazione e di turnazione degli utenti, mentre per la navigazione Wi-Fi basta utilizzare il proprio dispositivo; quindi senza code e potendo scegliere liberamente quando e dove utilizzare i servizi, per esempio in sala lettura o nella sala ragazzi, ma anche all'aperto.
Per eventi particolari quali seminari o manifestazioni sarà possibile richiedere l'abilitazione per la durata dell'evento. Questo può essere utile per consentire agli organizzatori di presentare i propri prodotti e servizi, nonché per garantire ai partecipanti di connettersi alla propria rete aziendale o semplicemente per consultare la propria casella di posta elettronica, pur essendo fuori dalla propria sede di lavoro.

I vantaggi per l'utente: semplicità e velocità
Il sistema offre connettività trasparente per qualsiasi PC Windows o Linux: ogni computer ospite può accedere ai servizi di rete indipendentemente dalla propria configurazione (DHCP, IP statico), senza che l'utente debba eseguire modifiche di impostazioni già predisposte, per quanto riguarda per esempio l'indirizzo IP, Proxy Server, ecc.
Si tratta di connettività a Banda Larga, cioè di un sistema per distribuire accessi ad Internet ad alta velocità (da 512 Kbps a 11 Mbps), ben superiori a quelle raggiungibili con cellulari GSM (9,6 Kbps) o GPRS (38,4 Kbps) oppure con linee modem dial-up (fino a 54 Kbps) o ISDN (64/128 Kbps).

L'architettura
Il servizio, semplice dal punto di vista dell'utente che ne può usufruire, necessita di un'infrastruttura hardware e software piuttosto articolata, che garantisce diverse funzioni: - l'identificazione dell'utente (fase di registrazione dell'utenza);
- l'autorizzazione all'uso della rete (fase di autenticazione degli accessi e di raccolta dati); - l'instaurazione di una connessione nel modo più semplice per l'utente (fase di controllo e protezione del flusso di dati);
- la registrazione delle informazioni necessarie alla gestione del servizio erogato (fase di controllo del flusso). Per svolgere queste funzioni le diverse apparecchiature installate intercettano tutto il traffico originato dagli utenti ed operano per reindirizzare, in modo trasparente all'utente stesso, tutte le connessioni verso destinazioni predefinite: una pagina di benvenuto al servizio, nella quale digitare utente e password, le pagine del sito Internet del Comune e del Portale territoriale liberamente disponibili, il resto di Internet controllato per il tempo di navigazione utilizzato.
Il sistema è gestito dai tecnici del Sistema Informatico Comunale che, dopo lo studio iniziale commissionato dall'Amministrazione comunale ad uno specialista del settore, ha provveduto a definire il progetto esecutivo e a seguire la realizzazione curata dalla Microware Srl di Firenze.

Redazione Nove da Firenze