Torna il tradizionale appuntamento con “Irlanda in Festa”


Quest’anno, alla nona edizione, è dedicato alla Festa di San Patrizio, il Santo Patrono d’Irlanda che, come amano ricordare gli irlandesi, aveva origini italiane. Sei giorni di full immersion tra i suoni, i sapori e la cultura irlandese, da lunedì 15 a sabato 20 marzo 2004 al Saschall di Firenze. Particolarmente interessante il cartellone degli ospiti musicali, con le atmosfere irlandesi e di area celtica indiscusse protagoniste della kermesse. Si comincia con il triplo concerto dei MODENA CITY RAMBLERS (15/16/17 marzo) per la presentazione del loro ultimo album “Viva la vida, muera la muerte". Giovedì 18 è la volta degli storici WATERBOYS, affiancati per l’occasione da MASSIMO BUBOLA. Venerdì 19 appuntamento con il folk rock d’Oltremanica: sul palco la mitica ALBION BAND. Sabato 20 uno dei massimi esponenti della musica tradizionale irlandese (nonché maestro nell’arte delle uillean pipes), JOHN MC SHERRY & BAND. Sempre presenti dalla prima edizione, tornano poi gli apprezzatissimi WHISKY TRAIL, insieme a MASSIMO GIUNTINI, ormai entrato stabilmente nel gruppo. Ed ancora, tra le tante proposte musicali, il violinista MARCO FABBRI con la sua band, da Kenmare la piacevole conferma degli AMERGIN e i DANCERS OF THE GLEN, un gruppo di danzatori provenienti dal Nord dell’Irlanda. I concerti si terranno dalle ore 20,30 sia sul palco principale del Saschall sia su quello del St. Patrick Pub.

ST. PATRICK PUB – Atmosfere da club per il St. Patrick Pub allestito nel ridotto del Saschall, al primo piano del foyer. Qui saranno di scena concerti di formazioni acustiche, proiezioni di video riguardanti la musica, la cultura e la natura d’Irlanda. Sarà inoltre possibile partecipare a stage gratuiti di danze popolari – a cura di Miriam Doody e Kate Meenagh dei Dancers of the Glen - degustazioni di birra e whisky irlandesi e scozzesi.

ESPOSIZIONI – All’interno del foyer sarà allestita una mostra di strumenti celtici, mentre in galleria è in programma una mostra fotografica dedicata all’Irlanda.

GASTRONOMIA – Piacevoli novità quest’anno per l’area gastronomica della festa. Nuova cucina con ricette tradizionali irlandesi: culcannon, turrip and bacon soup, Dublin coddle, irish stew, fish’n’chips, potato scones... Senza dimenticare i tradizionali dolci irlandesi come il whisky cake, i muffins, le torte alla birra... e tantissime varietà di formaggi. Tra i tanti piatti del menù, il salmone selvatico irlandese affumicato naturalmente (Kerryfish), molto più buono e genuino di quello d’allevamento.

GIOCHI – In galleria sarà presente lo spazio dedicato al gioco delle freccette (Darts), onnipresente in tutti i pub irlandesi.

STANDS – Gli stand troveranno posto quest’anno nella galleria del Saschall: uno spazio dedicato esclusivamente a prodotti artigianali e artistici celtici, prodotti alimentari e specialità gastronomiche, abbigliamento, gioielleria e monili provenienti dall’Irlanda, dischi e libri.

PATRIZIA E PATRIZIO – Come ormai consuetudine, il giorno di San Patrizio, mercoledì 17 marzo, coloro che si chiamano Patrizio e Patrizia potranno entrare gratuitamente alla Festa.

Redazione Nove da Firenze