Modificata la legge sulla tutela sanitaria dello sport in Toscana


FIRENZE – E’ stata modificata la recente legge sulla tutela sanitaria dello sport approvata, nel luglio di quest’anno, dal Consiglio regionale della Toscana. La legge, si ricorderà, disciplina la tutela sanitaria delle attività agonistiche e non agonistiche comprese quelle ricreative ed intende promuovere l’educazione e la salute di coloro che praticano attività motorie e sportive ed incentiva la prevenzione. Adesso il Consiglio toscano, accogliendo una richiesta della Giunta regionale, ha sostituito gli articoli 9 e 17 rendendo così perfettamente confacente agli indirizzi della Costituzione italiana la suddetta legge. Come ha spiegato in Aula consiliare il presidente della Quarta commissione alla Sanità e sicurezza sociale, Federico Gelli della Margherita, le correzioni si sono rese necessarie a seguito di alcune sentenze della Corte costituzionale, concernenti atti delle Amministrazioni regionali di Lombardia e Campania, sentenze che, diversamente dall’opinione accolta anche dalla dottrina giuridica, hanno interpretato le recenti modifiche costituzionali nel senso che la decisione relativa alla titolarità della potestà regolamentare deve essere definita con i nuovi statuti regionali e che, prima dell’approvazione di questi, debba perdurare sui regolamenti la competenza dei Consigli regionali. La Giunta toscana, ha concluso Gelli, per evitare possibili contenziosi, dal momento che deve essere ancora emanato il regolamento previsto appunto nel citato articolo 9, ha dunque proposto la modifica di tale articolo nella parte concernente l’attribuzione delle competenze regolamentari. Gelli ha concluso specificando che il nuovo articolo 17, invece, permette l’elevazione delle previdenze finanziarie per l’anno 2003. Il provvedimento con cui sono state accolte queste modifiche è stato votato all’unanimità. (mc)

Redazione Nove da Firenze