Inaugurato il nuovo giardino in via Mariti


"Interventi come quello del giardino di via Mariti sono molto importanti perché migliorano la qualità della vita dei cittadini". Il sindaco Leonardo Domenici commenta con queste parole il taglio del nastro del nuovo giardino di via Mariti avvenuto questa mattina a cui hanno partecipato gli assessori all'urbanistica Gianni Biagi e alla pubblica istruzione Daniela Lastri, la presidente del Quartiere 5 Stefania Collesei, l'onorevole Valdo Spini e i rappresentanti del comitato che si è impegnato per la realizzazione del giardino.
"Le aree verdi - prosegue il sindaco Domenici - rappresentano un luogo di aggregazione e incontro per cittadini giovani e anziani, dove nascono amicizie e si instaurano rapporti. Per questo sono molto soddisfatto dell'inaugurazione odierna anche perché si tratta di una tappa del piano dell'Amministrazione comunale per riorganizzare e riqualificare le piazze e i giardini della nostra città".
Si tratta di un'area verde realizzata in una zona originariamente destinata a ospitare un distributore di benzina e che arriva a conclusione di una vicenda lunga e tormentata. In quell'area era infatti prevista la realizzazione di un distributore di carburanti e la concessione edilizia era già stata concessa. Poi in seguito alla protesta dei cittadini l'Amministrazione comunale ha avviato una lunghissima trattativa con i privati che si è conclusa con una modifica delle previsioni iniziali. I privati hanno ceduto l'area al Comune che vi ha realizzato un giardino. Inoltre, grazie a un'apposita intesa inserita nel piano di recupero dell'area ex Lavazza, verrà realizzato un percorso pedonale e ciclabile lungo il Terzolle fino a piazza Dalmazia. Per la realizzazione del giardino è stata necessaria una preliminare ripulitura dell'area con sbancamento e riporto di terra vegetale al quale hanno fatto seguito le varie opere edili che ne hanno composto la struttura: panchine, vialetti, recinzione e via dicendo. Inoltre sono stati impiantati numerosi alberi (tra cui frassini, cipressi, farnie, lecci, ontani) e arbusti ed è stato realizzato un tappeto erboso di circa 3.500 metri quadrati. In tutto per un investimento di 200mila euro. Il giardino è chiuso da una cancellata che sarà aperta e chiusa dal soggetto che, tramite una convenzione, avrà la gestione dell'area verde. Il progetto di questo giardino si inserisce in un intervento più ampio che riguarda la complessiva messa in sicurezza e vivibilità del torrente Terzolle: per questo sono in corso di progettazione una serie di interventi per il recupero delle sponde e di rinaturalizzazione di alcuni tratti. Il prossimo impegno riguarda il recupero della passeggiata che unisce Ponte di San Donato a Ponte di Mezzo. Allo studio anche lo spostamento e del traliccio Enel e la realizzazione di una passerella che congiunga via Mariti con il plesso scolastico Mameli.
(mr)

Redazione Nove da Firenze