Tiromancino: concerto martedì 13 novembre


Musica italiana protagonista per il novembre 2001 del Tenax: dopo Neffa, martedì 13 è la volta infatti di Tiromancino, una delle band più amate dell’italica canzone, balzata recentemente all’attenzione del grande pubblico per aver prestato un paio dei loro migliori brani alla colonna sonora del film “Le Fate Ignoranti”. Sempre in ambito di musica italiana ricordiamo il concerto di Irene Grandi martedì 27 novembre, al Tenax ovviamente. Le “Strade” dei TIROMANCINO e di Riccardo Sinigallia (produttore, arrangiatore e autore di artisti cone Niccolò Fabi e Max Gazzè) si incontrano sul palcoscenico della 50esima edizione del Festival di Sanremo, dove il trentenne produttore romano e la band guidata da Federico Zampaglione hanno offerto un apprezzato assaggio della loro collaborazione, accompagnati per l’occasione dal Dj Stile. “In realtà io e Riccardo – spiega Federico Zampaglione dei TIROMANCINO – ci conosciamo da dieci anni e qualcosa insieme abbiamo già affatto. Questo però è il primo lavoro che abbiamo affrontato in maniera organica"
L'ALBUM
Un anno di lavoro in studio per preparare l’album dal titolo “La Decisione di un Attimo”, contenente anche Strade, il singolo presentato a Sanremo, Roma di Notte in cui si ascolta la voce di Frankie Hi Nrg.
LO STILE
“... La definizione in genere ci sta stretta. Nell’album è facile notare i particolari arrangiamenti, le cifre artistiche come scratch e campionatori presi in prestito dall’hip hop e anche il richiamo alle atmosfere cariche di tensione di certi film polizieschi degli anni ’70”.
I TESTI
“L’idea era quella di scrivere canzoni immediate, da cantare anche a squarciagola. I testi raccontano dell’amore, e suggeriscono solo delicatamente, attraverso metafore, i temi sociali. Ogni pezzo racconta momenti in cui pensi di aver capito tutto nella vita, tranne essere smentito tre secondi dopo”.
LA DISCOGRAFIA
Sono quattro gli album già incisi dalla band: “Tiromancino” (’92), “Insisto” (’94), “Alone alieno” (’95), e “Rosa Spinto” (’97).
LIVE
Un live ricco di promesse, che si manifesta con la presenza di cinque elementi sul palco. Il concerto della durata di un’ora e mezza circa propone i pezzi del nuovo album in un gradevole intreccio con altri meno recenti. L’alchimia delle sezioni acustiche, l’elettricità e infine l’elettronica, con l’utilizzo di campionatori e sorgenti elettroniche di vario tipo, generano un innovativo e coinvolgente effetto di trattamento della melodia, che essendo il tema principale alla base dell’album risulta così potenziata e rafforzata nel live set con sferzate di autentica energia. La maggiore consapevolezza raggiunta dai Tiromancino e il trattamento sonoro che subiranno le canzoni, sono le promesse per uno spettacolo a alto livello, in cui la magica atmosfera melodica ben si adatta.
Dopo il secondo posto a Sanremo nella Sezione Giovani con il brano “Strade”, il gruppo parte per un nuovo tour nei migliori club italiani. L’uscita del secondo singolo dei Tiromancino “LA DESCRIZIONE DI UN ATTIMO”, doveva essere accompagnata da un video che potesse esprimere cone le immagini, l’atmosfera sospesa e poetica, ma divertente, della musica. Da qui la scelta del soggetto che ne è derivata: il video è un remake delle sigle finali delle trasmissioni di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello (Di Nuovo) Tante Scuse 1974, Noi no (1979), che nel videoclip soo interpretati da Valerio Mastrandea e Paola Cortellesi. A dicembre 2000 il gruppo viene invitato dai Morcheeba (incontrati in una trasmissione televisiva italiana) a aprire i loro concerti in Portogallo e Spagna. In occasione dei concerti europei, la band gira il terzo videoclip dell’album “MUOVO LE ALI DI NUOVO”. Le immagini del video documentano il viaggio e l’esperienza del tour in Eropa e rappresentano la metafora del cambiamento, dello spostarsi verso una situazione nuova. A seguito di questi concerti, la Virgin spagnola decide di pubblicare “LA DESCRIZIONE DI UNA ATTIMO” anche in Spagna. “MUOVO LE ALI DI NUOVO”, inoltre, è stato inserito insieme al brano 2DUE DESTINI” nella colonna sonora del film “Le Fate Ignoranti” di Ferzan Ozpetek (“Il Bagno Turco” – “Harem – Suare”) che sta ottenendo un successo enorme di pubblico e critica. PRIMO MAGGIO 2001, Piero Chiambretti, direttore artistico della Festa dei Lavoratori di scena in piazza San Giovanni a Roma, invita il gruppo ad aprire la diretta della storica manifestazione. Arriviamo così all’enorme successo del quarto singolo “DUE DESTINI” che proietta l’album nella top 20 e successivamente nella top 10 della classifica ufficiale, facendo schizzare le vendite a oltre 100.000 copie... a quasi due anni dall’uscita dell’album. E’ di questi giorni un cambio di elementi della band, che vede Maurizio Filardo ed Emanuele Brignola, già collaboratori di diversi artisti di fama nazionale, accompagnare Federico in quest’ultima fase del tour che terminerà ufficialmente a fine dicembre, per permettere al gruppo di ritornare in studio per un nuovo importante capitolo della loro storia.

Redazione Nove da Firenze