Fiorino Card: si potranno pagare direttamente autobus, parcheggi pubblici e alcuni servizi comunali


Si chiama Fiorino Card, è una carta elettronica che consente di pagare direttamente l’autobus, i parcheggi comunali, le contravvenzioni e la refezione scolastica senza bisogno di codici o firme e senza l’uso di contanti: è gratuita, si può caricare da 10mila a 300mila lire e può essere usata per fare acquisti anche in tutti i negozi che espongono il marchio “Minipay”. La Fiorino Card è stata presentata stamani in Palazzo Vecchio dal sindaco Leonardo Domenici insieme agli assessori all’Informatica, alla New economy, ai rappresentanti di Ataf, Firenze Parcheggi, Scaf e Azienda di diritto allo studio, e con le banche che hanno promosso l’iniziativa: Banca Toscana, Monte dei Paschi di Siena, Cassa di Risparmio di Firenze, Cassa di Risparmio di Prato, Banca Federico Del Vecchio, Cassa di Risparmio di San Miniato. Il funzionamento della carta, che utilizza la tecnologia del “microchip”, è semplice. Si può richiedere a qualunque sportello delle sei banche convenzionate (anche se non si è clienti) e viene fornita gratuitamente; si può caricare in contanti in banca o agli sportelli bancomat abilitati. Si potranno poi pagare direttamente i vari servizi, e le cifre verranno scalate di volta in volta dal totale. Per pagare il servizio Ataf, basterà inserire la carta nell’apposito lettore di cui saranno forniti tutti gli autobus, scegliendo la soluzione che interessa (un’ora, tre ore o 24 ore); il “biglietto elettronico” avrà una durerà 10 minuti in più rispetto al consueto. I controllori dell’Ataf avranno un apposito apparecchio per verificare l’avvenuto pagamento con la card. Per quanto riguarda i parcheggi, si potrà pagare la sosta automaticamente senza doversi recare alla cassa, inserendo la card nelle colonnine all’ingresso e all’uscita delle aree di sosta. I parcheggi interessati sono Stazione, Parterre, Fortezza, piazza della Calza (gestiti direttamente dalla Firenze Parcheggi) e piazza Beccaria, aeroporto Vespucci, Mercato Centrale, ospedale di Careggi, Fortezza da Basso, via del Gelsomino (gestiti dalla Scaf). In tutti l’utilizzo della Fiorino Card darà diritto a uno sconto del 10 per cento (escluso Stazione). Con la Fiorino Card si potranno pagare anche la refezione scolastica e le contravvenzioni: le modalità sono sempre le stesse e il pagamento si potrà effettuare negli Urp (gli Uffici relazione con pubblico del Comune). La card di coloro che sceglieranno questo sistema per la refezione scolastica, dovrà contenere anche i dati nominativi del titolare, per permettere l’identificazione al momento del pagamento. Per avvertire del servizio, il Comune invierà una lettera informativa alle 16mila famiglie fiorentine che utilizzano la refezione scolastica. La carta potrà anche essere utilizzata dagli studenti per il pagamento delle mense universitarie, attraverso l’accordo con l’Azienda per il diritto allo studio: si rinnova così un servizio che già esisteva, quando era l’unico fornito dalla Fiorino Card ‘vecchia edizione’. L’idea di questa carta nasce infatti nel ’97, quando cominciò la collaborazione al progetto tra il Comune di Firenze e tre grandi istituti di credito: Banca Toscana, Cassa di Risparmio di Firenze e Monte dei Paschi di Siena. Allora la Fiorino Card partì limitata all’uso per la mensa universitaria. Nel frattempo però il progetto è andato avanti, e dopo la firma di un protocollo d’intesa fra Firenze e Siena (che ha definito tra l’altro l’uso del Centro Servizi senese) e l’impegno delle tre banche per finanziare e diffondere il progetto, si è arrivati a definire i servizi che partono oggi in via sperimentale. Servizi che comunque già si pensa di estendere ad altri settori: per il pagamento dei taxi, delle autostrade, del trasporto pubblico metropolitano, delle visite specialistiche fornite dalla Asl. La Fiorino Card sarà normalmente in funzione anche dopo l’introduzione dell’Euro: saranno le banche che aderiscono all’iniziativa a sostituire il “microchip” che regola i pagamenti.
“Un servizio importante per i cittadini, che semplifica la vita e rende più snelle le procedure burocratiche. Ma anche un’iniziativa importante per la pubblica amministrazione che in questo modo fa un passo avanti nella direzione dell’informatizzazione e dell’ E - Governement”. Così il sindaco Leonardo Domenici ha “inaugurato” questa mattina la Fiorino Card, la carta elettronica che consente di pagare direttamente l’autobus, i parcheggi comunali, le contravvenzioni e la refezione scolastica. “Ci sono tre obiettivi importanti, - ha aggiunto il sindaco di Firenze- : sviluppare al meglio le azioni per informatizzare le pubbliche amministrazioni, offrire servizi e semplificare le procedure amministrative, favorire il processo di accostamento dei cittadini alle pubbliche amministrazioni attraverso i nuovi strumenti tecnologici. E la Fiorino Card realizzata grazie alla collaborazione delle banche, è un segnale importante in questa direzione”.

Redazione Nove da Firenze