Camera di Commercio di Firenze - Adeguamento alle normative comunitarie sulla qualità


Beneficiari
Imprese di produzione di beni (agricoltura esclusa) e servizi di terziario innovativo regolarmente iscritte al Registro Imprese, attive ed in regola con il pagamento del diritto fisso camerale.


Iniziative Ammissibili
Spese sostenute per:
- valutazione del sistema di qualità e conformità con le norme Iso/Uni;
- adeguamento del sistema di qualità aziendale alle norme Iso/Uni;
- certificazione del sistema di qualità aziendale in conformità alle norme Iso/Uni;
- realizzazione del manuale di qualità;
- realizzazione di piani di qualità;
- informazione/formazione su norme, standard e tecniche per la qualità;
- realizzazione di un sistema di qualifica dei fornitori;
- certificazione nazionale e/o internazionale del prodotto;
- esecuzione di prove e collaudi sul prodotto finalizzati alla prima certificazione e svolti da organismi italiani accreditati;
- taratura di strumenti e apparecchiature per il controllo ed il collaudo effettuata da enti, organismi o imprese a ciò abilitate;
- analisi del livello di soddisfazione del cliente;
- analisi del valore;
- realizzazione di sistemi di misura delle prestazioni interne;
- analisi dei punti critici, delle priorità, della praticabilità dello sviluppo qualitativo;
- formazione in materia di qualità totale;
- realizzazione di sistemi di visibilità, motivazione e mobilitazione dei gruppi di miglioramento; - accreditamento di imprese di certificazione e laboratori di prove e collaudo.

Localizzazione
Le imprese operanti nella provincia di Firenze.

Agevolazioni Previste
E' erogato un contributo pari al 35% delle spese sostenute per le imprese fino a 50 dipendenti e al 20% per imprese oltre 50 dipendenti, fino ad un massimale di L. 20 milioni. L'importo complessivo, al netto di Iva, deve essere superiore a L. 20 milioni. Tali agevolazioni non sono cumulabili con altre concesse allo stesso titolo da altri Enti Pubblici.

Procedure
Le domande, redatte su apposito modulo, devono essere trasmesse alla Camera di Commercio di Firenze con lettera raccomandata A/R e dovranno riguardare iniziative effettuate in data successiva al 15/7/1993. In allegato dovranno essere presentati:
- documenti giustificativi di spesa;
- relazione dettagliata sull'intervento oggetto del contributo e sui risultati attesi dall'intervento stesso.
Le domande saranno ordinate secondo un criterio cronologico ed esaminate da apposita Commissione. I contributi saranno liquidati con determinazione del Dirigente, sentito il parere della Commissione, entro 9 mesi dalla data di presentazione della domanda e fino all'esaurimento dei fondi stanziati.

Redazione Nove da Firenze