Rubrica — Spettacolo

147° Carnevale di Viareggio: sabato 1 febbraio il primo Corso Mascherato

A Staino il premio Burlamacco d'oro. Dal 31 gennaio la mostra sullo stilista Enrico Coveri. Tiziano Jannacci firma la canzone ufficiale


Prenderà il via sabato 1 febbraio (fino al 25) l’edizione 2020 del Carnevale di Viareggio, quest’anno dedicato alle generazioni. Viareggio si appresta a festeggiare i 147 anni della manifestazione con i tradizionali Corsi Mascherati ma anche con un ricco calendario di iniziative collaterali: sfilate, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici ed eventi sportivi.

Sabato 1 febbraio è prevista la cerimonia di inaugurazione, l’alzabandiera e il primo Corso Mascherato. I corsi sui Viali a Mare saranno riproposti domenica 9, sabato 15, giovedì 20, domenica 23 e martedì 25 febbraio con il gran finale e la proclamazione dei vincitori. Quest’anno la novità assoluta è la sfilata notturna programmata per giovedì 20 febbraio per festeggiare il Giovedì Grasso. Si potranno ammirare 9 carri di prima categoria, 5 di seconda, 9 mascherate in gruppo e 8 isolate. Nei suoi 147 anni di vita ci sono state 421 sfilate e 1285 carri allegorici. 23 sono gli artisti della cartapesta. Il manifesto dell’edizione 2020 è firmato da Stefano Giovannoni, industrial designer, interior designer ed architetto.

La tradizione e l’innovazione sono elementi costanti che si intrecciano nel Carnevale. Ancor più nella musica, che quest’anno la Fondazione Carnevale vuole valorizzare sia riscoprendo uno dei brani storici del patrimonio musicale viareggino, sia aggiungendo un nuovo brano alla ricca produzione, composta negli anni e conservata nell’albo musicale del Carnevale di Viareggio. Il racconto della contemporaneità è affidato alla musica e al testo del brano scritto da Tiziano Jannacci e dal compositore Salvatore Di Martino, proprio per questa edizione dei Corsi Mascherati. Con ironia e raffinatezza il cantautore, che appartiene ad una grande famiglia di musicisti, affronta il tema delle generazioni, a cui sono dedicate le manifestazioni “Fuori Corso” del Carnevale di Viareggio 2020. La canzone, commissionata e prodotta dalla Fondazione Carnevale, sarà il leit-motive delle sfilate e verrà lanciata in anteprima sulle frequenze di Radio Bruno, media partner del Carnevale, una settimana prima dell’inizio dei Corsi Mascherati.

Il Carnevale di Viareggio ha scelto come protagonista dell’edizione 2020 la Maison Enrico Coveri e il suo rapporto “vitale, sostanziale ed irrinunciabile” con l’arte. La Maison ha deciso di raccontarsi attraverso una mostra che riunisce opere d’arte uniche, che hanno contribuito a costruire la sua storia, e gli abiti delle collezioni ad esse ispirate. L’esposizione dal titolo “Festa - Enrico Coveri Art Collection”, dal 31 gennaio al 15 marzo alla Gamc di Viareggio, riunisce una selezione delle opere cardine della grande collezione di Palazzo Coveri a Firenze. Un percorso appassionante e pieno di sorprese, che attraverso la collaborazione con Andy Warhol, l’amicizia con Keith Haring e Renato Guttuso, gli straordinari progetti con - tra i tanti - Romero Britto, Marco Lodola, Maurizio Galimberti, Daze. La mostra è il clou dei festeggiamenti per il Carnevale di Viareggio a 35 anni esatti dalla leggendaria festa sul Canal Grande che Enrico organizzò per il Carnevale di Venezia e che riunì tutto il jet set dell’epoca. 40 opere d’arte, alcune mai esposte al pubblico, accompagneranno i visitatori in un percorso artistico che evidenzierà la positività, la gioia e l’amore per il colore che hanno reso unico lo stile di Enrico Coveri. La famiglia Coveri insieme ad Antonio Recalcati, Bruno Prota, Marco Lodola, Adriano Buldrini ed Andrea Fumagalli, alcuni degli artisti che hanno realizzato le opere esposte, inaugurerà la mostra, il 31 gennaio alle ore 17:00.

A Sergio Staino il premio Burlamacco d’Oro 2020

Fumettista, vignettista, giornalista, registra, uomo di cultura, con spirito critico e con l’ironia pungente ha saputo raccontare attraverso la sua matita la nostra contemporaneità, con i suoi pregi e i suoi difetti, prendendo di mira il mondo politico e la società. Firma tra le più prestigiose della comunicazione satirica, è stato autore del bellissimo manifesto del Carnevale di Viareggio 2020. Le sue vignette, come del resto i carri allegorici del Carnevale, sono opere frutto della massima libertà di espressione e di critica. Il Burlamacco d’Oro è il prestigioso Premio della Fondazione Carnevale ed è parte integrante della storia del Carnevale di Viareggio. Istituito nel 1998 è intitolato alla maschera simbolo della manifestazione, Burlamacco, e rappresenta il riconoscimento della Città di Viareggio a uomini ed artisti straordinari. Viene destinato ogni anno a personaggi del mondo dello spettacolo e dei media i cui percorsi artistici richiamano le caratteristiche salienti della manifestazione.

CONCERTO DI CARNEVALE

A conclusione dei festeggiamenti, venerdì 28 febbraio, torna al Teatro Jenco – dopo il successo dello scorso anno - il Concerto di Carnevale. Sul palco l’orchestra del Boccherini eseguirà il famoso pot-pourri: emozionante viaggio nella musica del Carnevale degli anni Venti e Trenta con le canzoni storiche riproposte in quella versione per orchestra, composta nel 1946 da Icilio Sadun, per il Carnevale della rinascita, dopo il dramma della seconda guerra mondiale, e quelle attuali.

Redazione Nove da Firenze