Wireless a Firenze: la Smart City connette il centro storico

Grazie alle soluzioni Ruckus Wireless l’intera piazza del Duomo e cinque dei più importanti monumenti della città sono connessi via Wi-Fi


Ruckus Wireless, Inc. (NYSE: RKUS), leader mondiale nella fornitura di sistemi wireless avanzati per il mercato delle reti mobile, annuncia oggi l’implementazione del progetto altamente tecnologico volto a connettere via Wi-Fi l’intera piazza del Duomo di Firenze e cinque tra i principali monumenti fiorentini.

Firenze è da sempre una delle città più rappresentative dell’arte e della cultura italiana nel mondo ed è nota per accogliere ogni anno milioni di turisti in visita alle sue bellezze artistiche. Questo contesto unito alla volontà di valorizzare al meglio il patrimonio inestimabile del capoluogo toscano, hanno spinto l’Opera di S. Maria del Fiore ad affidarsi a Ruckus Wireless per connettere l’intera Piazza del Duomo e sei dei più importanti monumenti della città: la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cripta di Santa Reparata, il Battistero di San Giovanni, il Centro Arte e Cultura, il nuovo Museo del Duomo e il Campanile di Giotto.

La tecnologia Ruckus Wireless era già stata impiegata con successo in ambito indoor e outdoor dall’Opera del Duomo di Firenze per offrire connettività Wi-Fi relativamente alle esigenze richieste dalle applicazioni interne, servizi di telefonia e per i servizi di controllo accessi per i propri visitatori. Al fine di offrire ai turisti un’esperienza turistica di maggiore qualità, l’organizzazione aveva implementato una soluzione per l’ottimizzazione degli ingressi ai monumenti e per la gestione automatizzata dei ticket di accesso, tramite l’impiego di dispositivi connessi in rete locale Wi-Fi.

Dopo questa prima fase è nata l’esigenza di sviluppare una rete altamente flessibile e scalabile che coprisse tutta l’area del centro di Firenze – sia gli interni che gli esterni – e che fosse in grado di supportare la crescita dei servizi, in primis l’accesso da dispositivi mobili da parte dei visitatori, e di estendere la copertura a sempre nuovi punti di accesso prioritari.

Data l’entità dei monumenti coinvolti e le elevate interferenze presenti in un’area urbana ad alta densità, si è scelto di implementare una rete Wi-Fi stabile e potente tra i vari siti, che non richiedesse lavori strutturali sugli edifici storici e assolutamente non impattante per il patrimonio artistico e storico, alla cui conservazione e mantenimento, l’Opera di S. Maria del Fiore è statutariamente dedicata.

IL PROGETTO

Il progetto, realizzato in collaborazione con iWell s.r.l., ha coinvolto sette aree del centro storico di Firenze che sono ora connesse e che includono:

  • Piazza del Duomo
  • Cattedrale del Duomo di Santa Maria del Fiore
  • Cripta di Santa Reparata
  • Battistero di San Giovanni
  • Centro Arte e Cultura
  • Nuovo Museo del Duomo
  • Campanile di Giotto
  • L’intera rete si basa su due controller ZoneDirector 3050 ridondanti che gestiscono un totale di 60 access point Ruckus Wireless di diversi modelli dislocati all’interno e all’esterno dei vari monumenti, assicurando una connettività Wi‐Fi affidabile, costante e potente. Inoltre, l’utilizzo di tecnologie senza fili ha permesso di garantire ottimi risultati non agendo in maniera invasiva sugli edifici storici.

    “L’impegno dell’Opera di Santa Maria del Fiore non va nella sola direzione di offrire connettività gratuita ai visitatori, ma l’obiettivo che ci guida è quello di migliorare ulteriormente il servizio sia dal punto di vista organizzativo sia culturale, arricchendolo progressivamente per garantire un’esperienza di visita ancora più ricca e coinvolgente, ad esempio attraverso lo sviluppo di contenuti specifici ed esclusivi che verranno erogati a chi si collega in modalità Wi-Fi all’interno dei monumenti dell’Opera” ha dichiarato Massimo Cortopassi, Responsabile Area IT (Reti e Telecomunicazioni) dell’Opera del Duomo di Firenze. “Inoltre, abbiamo fatto in modo che la rete fosse già predisposta in partenza per supportare i servizi LBS (Location Based Services) di Ruckus Wireless, il prossimo passo è infatti quello di erogare servizi di localizzazione a valore aggiunto via Wi-Fi, al fine di abilitare una nuova classe di attività di proximity marketing rivolte ai visitatori e di migliorare la business intelligence sui comportamenti degli utenti”.

    Per la realizzazione della rete wireless, L’Opera del Duomo di Firenze si è affidata a iWell s.r.l. che, insieme a Ruckus Wireless, ha seguito tutte le fasi di realizzazione del progetto, a partire dai sopralluoghi e le analisi di fattibilità sul territorio, fino all’identificazione degli apparati, la loro installazione e verifica del funzionamento.

    “Ruckus Wireless è stato l’unico player in grado di garantirci un livello di servizio ottimale, alte prestazioni in situazioni di alta densità e facilità d’implementazione, anche in un ambiente critico come quello di beni culturali patrimonio dell’umanità” ha proseguito Alessandro Noccioli responsabile dell’Area IT (Impianti Elettrici) dell’Opera di S. Maria del Fiore. “Il collegamento mesh rappresenta uno dei principali punti di forza che Ruckus è stata in grado di offrire, consentendoci di realizzare un impianto di tale portata senza la necessità di cablare, aspetto fondamentale data la natura dei monumenti e degli edifici coinvolti, di inestimabile valore. Inoltre, anche l’estetica delle soluzioni è stata fondamentale, vista l’applicazione in un contesto sia outdoor che indoor la cui bellezza da secoli rende la città famosa in tutto il mondo”.

    RISULTATI

    Sono numerosi i benefici apportati dalle soluzioni Ruckus Wireless: innanzitutto, grazie a questo progetto i turisti avranno ora a disposizione la connettività Wi-Fi in tutte le aree in base agli accessi autorizzati dall’Opera del Duomo di Firenze, con i contenuti che saranno implementati. Inoltre, grazie alla tecnologia Ruckus Wireless, l’organizzazione dispone di un sistema ancora più efficiente di controllo costante della rete e degli accessi e può contare su performance decisamente superiori rispetto al passato.

    Grazie a questo innovativo intervento e al servizio offerto ai turisti, Opera del Duomo di Firenze rappresenta un esempio e un punto di riferimento anche per altre strutture italiane che accolgono beni culturali e architettonici di questo livello.

    “Siamo entusiasti e orgogliosi di aver preso parte a un progetto così innovativo che vede protagonista e vuole promuovere il patrimonio artistico e culturale italiano nel mondo. Poter mettere la nostra conoscenza tecnologica a disposizione dell’arte è molto eccitante e ci permette di vedere passato e futuro fondersi insieme” ha affermato Massimo Mazzeo-Ocello, Director Systems Engineering EMEA, di Ruckus Wireless. “Questo progetto rappresenta un’importante testimonianza dell’affidabilità della tecnologia Wi-Fi, che la rendono ideale anche per impieghi con scopi di pubblica utilità”.

    Redazione Nove da Firenze