Rubrica — La tavola toscana

Wine Art: a Firenze un brindisi tra vino e artigianato

Domenica 27 settembre, 15 artigiani e 9 cantine si presentano in tre luoghi della città. Menu degustazioni firmato dalla chef Enrica Della Martira


Firenze, 26 settembre 2020 - Tre luoghi, 15 artigiani, 9 cantine e una chef. E' la formula (vincente) di Wine Art, iniziativa che unisce le eccellenze fiorentine in un unico evento, domani, 27 settembre dalle 10 alle 21 a Firenze allo Chalet Fontana in viale Galileo, al Semiottagono delle Murate in piazza Madonna della Neve e a Palazzo Budini Gattai in via dei Servi. In ognuna delle tre location d'eccezione cinque artigiani presenteranno i loro manufatti e alcune cantine del Chianti proporranno assaggi dei propri vini più pregiati. Ad arricchire le degustazioni ci sarà un menù firmato dalla chef Enrica Della Martira. Un'occasione per gustare i sapori e ammirare i saperi di Firenze: gioielli in oro, pregiati argenti, abiti unici, mosaici, profumi, accessori in pelle.

L'iniziativa (a ingresso gratuito) è organizzata da Confartigianato Imprese Firenze in collaborazione con Consorzio Vino Chianti e Cna Firenze Metropolitana con il contributo della Camera di Commercio di Firenze e della Fondazione CR Firenze.

“A nemmeno un mese dall'evento di Dolce & Gabbana siamo molto felici di riportare il grande artigianato a Firenze in tre luoghi d'eccezione e siamo orgogliosi di farlo abbinandolo a un'altra eccellenza del territorio, il vino, grazie alla collaborazione con il Consorzio Vino Chianti - afferma Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Imprese Firenze - L'obiettivo di questa iniziativa è riportare da un lato i fiorentini in centro e dall'altro l'artigianato dai fiorentini, per fargli riscoprire la loro identità, la loro cultura e le loro tradizioni, attraverso 15 artigiani noti in tutto il mondo per le loro opere”.

“Questa manifestazione è un importante segno di ripresa, dobbiamo ricominciare a fare eventi di questo genere per riportare il Chianti tra le persone: il vino è socialità, pur nel rispetto di tutte le misure di sicurezza - aggiunge Giovanni Busi, presidente Consorzio Vino Chianti - Tornare tra la gente insieme alle eccellenze artigiane è la migliore vetrina”.

Per Giacomo Cioni, presidente di Cna Firenze Metropolitana “è un’occasione perfetta per gustare e scoprire più da vicino, in un sol colpo, tre settori che fanno grande il nostro territorio: enogastronomia, artigianato e location uniche. Insomma, un appuntamento all’insegna della qualità e dell’eccellenza che si svolge in assoluta sicurezza".

Di seguito gli artigiani che partecipano a Wine ArtChalet Fontana: Brandimarte, Ars Oshibana, Aromantique, Magnifice, Agnese FazoloPalazzo Budini Gattai: pelletteria Artigiana Viviani, Marenero, Daniela Ganzer, Tiche Clothing, Arco Azzurro.

Semiottagono Murate: Life Object, Atelier Artisanal, Sandra Dini, Wine Jewels, Italian Niche Lab

Redazione Nove da Firenze