Violenza di genere in Toscana: il 24 novembre presentazione del 7° Rapporto

Nella giornata internazionale iniziative a Borgo San Lorenzo, Lastra a Signa, Montemurlo, Carmignano, Poggio a Caiano, Prato, Vaiano e Vernio. "Cronaca di un amore rubato": il vibrante monologo civile di Federica Di Martino


FIRENZE- Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenzacontro le donne. L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 ha designato il 25 novembre come Giornata dedicata al tema invitando i governi e le organizzazioni internazionali a promuovere attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica. Tra le iniziative spicca quella de “Le testimoni silenziose”, sagome rosse di donne a grandezza naturale che saranno esposte in vari punti (biblioteche, sedi comunali, centri commerciali, ospedali, scuole) a Pontedera, Ponsacco, Palaia, Casciana Terme-Lari, Capannoli, Bientina, Calcinaia. Le sagome hanno un cuore su cui viene scritto il nome e alcune notizie delle donne uccise. Che sono tante, tantissime: in Toscana si registrano 63 femminicidi dal 2006 al 2014; in Italia le vittime donne sono state 177 solo nel 2014.

Sarà presentato il 24 novembre a Sant'Apollonia (via san Gallo 25, dalle ore 15) il settimo Rapporto sulla violenza di genere in Toscana. In occasione della "Giornata mondiale contro la violenza alle donne" indetta dall'Onu per il 25 novembre, la Regione Toscana, insieme a Anci e all'Osservatorio sociale regionale, ha organizzato un pomeriggio di interventi e riflessioni sulla base dei nuovi dati dei Centri antiviolenza toscani analizzati nel Settimo Rapporto sulla violenza di genere. Aprirà i lavori Monica Barni, vicepresidente della Regione con delega alle pari opportunità. Le conclusioni sono affidate a Stefania Saccardi, assessore a diritto alla salute, sociale e sport. La presentazione del rapporto è a cura di Daniela Bagattini, Luca Caterino, Valentina Pedani, Paolo Sambo.

All’indomani della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, torna a Firenze Federica Di Martino nel vibrante monologo civile Cronaca di un amore rubato tratto da un racconto di Dacia Maraini. Dopo aver inaugurato la passata stagione di prosa del Teatro Goldoni, lo spettacolo, affilato e perfetto, duro e capace di emozionare e indignare, approda alla Pergola, da giovedì 26 a lunedì 30 novembre, in un nuovo allestimento.

Il Quartiere 4 del Comune di Firenze da alcuni anni è protagonista di questa battaglia di civiltà promuovendo nel periodo intorno a tale data varie iniziative sia in forma di dibattito che di carattere artistico. Un impegno che lo vede presente in vari ambiti, da quello culturale a quello sociale, da quello sportivo a quello educativo. Tutto il mondo dell’associazionismo presente nel quartiere 4 è stato coinvolto.
Numerosi gli eventi che vedranno un momento centrale Sabato 21 per l’intera giornata presso Villa Vogel, sede del Quartiere 4. Proprio presso Villa Vogel è già presente un’installazione, e che rimarrà visibile a tutti fino al 25 novembre, che è il simbolo di questa serie d’eventi. L’installazione, che rappresenta un gomitolo di filo rosso che si perde in una delle finestre della Villa è stata creata dall’associazione Il Vaso di pandora e dalla presidente Roberta Giacomelli.

Anche il Comune di Lastra a Signa aderirà alla Giornata con una proiezione cinematografa e un incontro che si terranno proprio mercoledì 25 al Cinema Teatro delle Arti in via Matteotti.
A partire dalle 21 si svolgerà la proiezione a ingresso gratuito di un film in prima visione sul tema della condizione femminile in Turchia. La pellicola, dal titolo Mustang, della regista Deniz Gamze Ergüven è stata presentata con successo alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2015 ed è vincitore del premio Label Europa Cinemas. Prima della proiezione interverranno per i saluti istituzionali il sindaco Angela Bagni e la dottoressa Valeria Dubini direttore dell’UFCAT ginecologia territoriale che illustrerà al pubblico il progetto regionale del Codice Rosa, un percorso di accesso al pronto soccorso riservato a tutte le vittime di violenze, senza distinzione di genere o età che, a causa della loro condizione di fragilità, più facilmente possono diventare vittime di soprusi.

A Borgo San Lorenzo il 25 novmebre dalle 16,00 l'iniziativa GeneriAMO CambiaMENTI 2; flash mob davanti al Palazzo Comunale e a seguire iniziative al centro D'INCONTRO in Piazza Dante. La Dott.ssa Emanuela Periccioli, delegata alle Pari Opportunità del comune di Borgo San Lorenzo, in collaborazione con i ragazzi del progetto Kontatto, con ReMida e con le Associazioni del Centro D'Incontro, organizza un pomeriggio di condivisione in cui soggetti diversi si confronteranno sul tema della violenza. La giornata comincerà con Stefania Zuri, dell'associazione Artemisia, che presenta lo sportello di ascolto in Comune, l'intervento dell'Assessore Cristina Becchi, a seguire Maria Stella Dallai, infermiera volontaria con la sua recente esperienza in Costa D'avorio, gli interventi dei ragazzi del progetto Kontatto, e poi letture, musica e molto altro ancora. A concludere la serata le performance teatrali con Anna Scalabrini e le artiste di FraMentidiVersi, seguite da un aperitivo offerto da Unicoop Borgo San Lorenzo.

Da Montemurlo a Vernio, da Vaiano a Carmignano a Poggio a Caiano a Prato, tutti mobilitati i Comuni della provincia per celebrare il 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza alle donne, con una serie di iniziative diffuse sul territorio provinciale. Il programma prevede alcune iniziative originali realizzate dai vari Comuni, ma il filo rosso che quest'anno percorre il territorio è quello dell'installazione creativa con busti, bottiglie e nastri rossi che farà da scenario ad una performance: la lettura dei nomi delle donne uccise durante l'ultimo anno. Chi parteciperà ad ogni nome ricordato depositerà un fiore nelle bottiglie e taglierà i nastri rossi appesi. L'iniziativa coinvolge alcuni Comuni, come del resto la mostra fotografica #rispettami, che potrà essere visitata prima a Prato e poi alle Scuderie medicee di Poggio a Caiano. Vediamo dunque il programma nel dettaglio.

MONTEMURLO organizza per domenica 22 novembre, in occasione della Festa dell'olio alla Rocca, un'installazione sulla scalinata di ingresso al borgo. Si tratta, come siè accennato, di una serie di busti con accessori rossi. Mercoledì 25 novembrealle 21 in sala Banti le donne dell'amministrazione comunale e della Commissione pari opportunità vanno in scena con lo spettacolo ...E l'uomo ancor m'offende..... Il ricavato andrà a finanziare lo sportello di ascolto del centro La Nara di Montemurlo, aperto ogni giovedì mattina al Centro giovani in piazza Don Milani.

CARMIGNANO, in collaborazione con i rioni del San Michele, le mamme degli studenti delle scuole, il coordinamento donne Cgil Spi e il circolo di Santa Cristina a Mezzana, promuove domenica 22 novembre in piazza Matteotti (alle 15) il laboratorio di creazione di fiori di carta Petali rossi, Costruiamo un fiore. Quindi la performance Per le donne contro la violenza. Venerdì 27 novembre al circolo di Santa Cristina (alle 20) si può invece partecipare a Non da sole: una cena contro la violenza al costo di 15 euro. Il ricavato sarà devoluto allo sportello di ascolto di Carmignano, gestito dal centro antiviolenza La Nara, aperto al mattino il secondo e il quarto mercoledì del mese. Prenotazioni al335 7894445 oppure 055 8712336.

PRATO realizza un doppio appuntamento domenica 22 novembre. La mattina alle 11 in palazzo comunale l'inaugurazione della mostra fotografica #rispettami, realizzata in collaborazione con Instagramers Prato. Alle 11.30 in piazza del Comune una performance a cura dell'associazione Ipazia dal titoloPer le donne contro la violenza, a cui si partecipa vestite di nero e con un fiore rosso. Info flashmobviolenza@gmail.com.

VAIANO, in collaborazione con Sartoria di Vaiano, Auser, Centro Antiviolenza La Nara, Spi Cgil e gruppo Io dico NO, organizzamercoledì 25 novembre alle 15,30 nel giardino della sala polivalente "L. Baldini" l'installazione La sedia vuota a cura di Auser. Tutti i presenti saranno invitati a fare una foto ricordo di gruppo intorno alla sedia. Alle 16 il dibattito Aspetti psicologici dello stalking, con gli psicologi Nicola Di Battista e Gianluca Mariotti. Quindi la presentazione dello sportello Antiviolenza a Vaiano, aperto ogni venerdì mattina all'interno del Palazzo comunale e alle 17 una merenda a cura della Sartoria di Vaiano.

POGGIO A CAIANO ha aderito all'iniziativa #rispettami e allestirà la mostra fotografica con il materiale che sarà inviato attraverso Instagramers. La mostra sarà inaugurata sabato 28 novembre alle 17 alle Scuderie Medicee. In contemporanea anche l'installazione realizzata dal Centro La Nara. Sarà visitabile fino a domenica 29 novembre.

VERNIO organizza una lettura sul tema che aprirà il Consiglio comunale di venerdì 27 novembre alle 21.

Da segnalare inoltre un incontro dal titolo “Donne nel mondo” con Marieme Ndeye Mbackè dell’associazione delle donne per lo sviluppo di Touba in Senegal, il 25 novembre alle 10, al liceo statale di Pontedera con Cecilia Robustelli che illustrerà il piano di azione straordinario contro la violenza di genere; un incontro dal titolo “La violenza non è amore” sabato 28 novembre alle 10, all’istituto comprensivo Sandro Pertini di Capannoli, a cui interverrà anche la consigliera Alessandra Nardini.

Redazione Nove da Firenze