Vigili urbani Firenze: un luglio pieno di interventi

Nei giorni scorsi sorpreso un polacco dentro la fontana del Biancone, denunciato per ricettazione un rumeno che visti gli agenti ha gettato zainetto e portafogli con documenti e sequestrati quasi 2600 articoli ai venditori irregolari


È entrato nella fontana del Nettuno probabilmente per cercare sollievo dalla calura estiva ma è stato notato e multato dalla Polizia Municipale.

Il fatto risale a domenica pomeriggio. Erano passate da poco le 15.30 quando una pattuglia della Zona Centrale ha visto un uomo all’interno della fontana: mentre gli agenti si avvicinavano questi è uscito per allontanarsi. Ma gli agenti l’hanno immediatamente fermato. L’uomo, risultato un 49enne polacco, è stato accompagnato negli uffici della Polizia Municipale. Per lui è scattata la multa da 500 euro ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana.

Prima si è allontanato alla vista degli agenti di Polizia Municipale, poi ha gettato uno zainetto e un portafoglio. Ma non è andato lontano e una volta fermato per lui è scattata la denuncia per ricettazione. Il protagonista della vicenda è un 46enne cittadino rumeno che adesso rischia la reclusione fino a otto anni e una multa fino a oltre 10mila euro.

Tutto è iniziato domenica scorsa quando una pattuglia del Reparto Antidegrado impegnata nei controlli contro l’abusivismo commerciale in zona Uffizi ha visto un uomo che il giorno prima era stato identificato come presunto autore di un borseggio. Questi, visti gli agenti, ha iniziato ad allontanarsi verso via Lambertesca gettando uno zainetto e un portafogli. La pattuglia ha recuperato il materiale e fermato l’uomo che non ha saputo spiegare la ragione del suo comportamento. Gli agenti lo hanno quindi accompagnato in ufficio per ulteriori controlli: dagli accertamenti è emerso che si trattava di 46enne di nazionalità rumena già noto alle forze dell’ordine. Nello zainetto è stato trovato un borsellino di una cittadina cinese mentre nel portafoglio erano contenuti documenti di cittadini inglesi. L’uomo è stato denunciato per ricettazione: adesso rischia la reclusione da due a otto anni e la multa da 516 euro a 10.329 euro.

Quasi 2.600 articoli sequestrati in 104 interventi. È questo il resoconto dell’attività mirata della Polizia Municipale contro l’abusivismo commerciale. Gli agenti del Reparto Antidegrado hanno effettuati interventi in centro, in particolare in via San Giuseppe, via Por Santa Maria, piazza Duomo e via Ricasoli. Per quanto riguarda la merce si tratta per la maggior parte di ombrelli, poncho, bigiotteria e stampe che i venditori hanno abbandonato a terra dandosi alla fuga. Ma cinque sono stati fermati: per tutti è scattata la maximulta da 5.000 euro come previsto legge regionale sul commercio. Due di loro sono stati anche denunciati per la violazione delle norme sull’immigrazione.

Redazione Nove da Firenze