Rubrica — Spettacolo

Versiliana, oggi l'omaggio a Morricone

Il festival 2020 si apre con la Fondazione Ort


Si aprirà con un concerto dedicato al grande Maestro Ennio Morricone il 41° Festival La Versiliana. Oggi domenica 12 luglio alle 21.30 le più belle pagine musicali composte dal più amato e geniale compositore che ha segnato la storia del cinema, risuoneranno nel grande Teatro della Versiliana per il primo grande evento con cui il celebre e storico Festival darà ufficialmente il via alla sua 41° stagione di spettacoli, dibattiti mostre ed eventi.

Il Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti, di concerto con Massimo Martini consulente artistico del Festival e la Fondazione ORT, hanno voluto dedicare il primo evento del Festival – che vedrà protagonista l'ensemble di archi “ORT Attack” dell'Orchestra della Toscana – al grande Maestro, la cui scomparsa ha commosso il mondo del cinema, della musica e non solo.

“L'addio al Maestro Morricone, ultimo grande compositore che ha emozionato generazioni con le sue colonne sonore – commenta Massimo Martini, consulente artistico del Festival La Versiliana – ci ha immensamente addolorati. Con lui se ne va uno straordinario interprete della nostra contemporaneità, che è riuscito a far sognare tutto il mondo, trasformando in musica immortale le più profonde emozioni dell'animo umano”.

“Rendere omaggio al Maestro Morricone nel primo grande concerto della Versiliana che proporrà proprio le più celebri musiche da film – aggiunge il Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti – ci è sembrato un doveroso tributo a un artista geniale che lascia in eredità al mondo intero un patrimonio musicale di immenso valore.”

Il programma del concerto (con ingresso libero fino a esaurimento posti – info 0584 265757) propone una carrellata delle più belle colonne sonore che hanno fatto la storia del Cinema.

Nel pomeriggio, cultura. Si parte alle 18.30 con il primo incontro al Caffè de La Versiliana : dopo il saluto del Sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti e del Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti, il palco del Caffè ospiterà il Senatore Massimo Mallegni intervistato dal direttore de La Nazione Agnese Pini per parlare della ripartenza del turismo e dell'economia e più in generale della ripresa del sistema Italia nel post pandemia. E sul palco del Caffè ci sarà anche Giordano Bruno Guerri, storico, saggista nonché presidente del Vittoriale degli Italiani con cui si parlerà anche di cultura e del legame di Gabriele d'Annunzio con la Versiliana. Anche l'arte sarà un elemento portante della giornata ( con Claudio Sottili a fare gli onori di casa) che vedrà l'inaugurazione della mostra “ Pietre della Memoria. Omaggio al Parente” di Andrea Chisesi che sarà visitabile nella Villa La Versiliana per tutta l'estate.

L'occasione sarà però anche quella di svelare il busto dedicato a Gabriele d'Annunzio: l' opera in bronzo, realizzata dallo scultore Gabriele Vicari e fusa dalla Fonderia Artistica Mariani di Pietrasanta è stata installata proprio di fronte alla Villa che ospitò il Vate e resterà a patrimonio della Fondazione Versiliana. “ Con la posa di quest'opera – spiega il Presidente Alfredo Benedetti - abbiamo voluto imprimere un segno ben visibile del profondo legame con il grande poeta. Un segno che mancava e che da oggi resterà come visibile testimonianza dei soggiorni di d'Annunzio alla Versiliana”.

L'arte però accompagnerà la giornata anche grazie alla presentazione di altre tre suggestive opere d'arte che adorneranno i giardini della Versiliana per tutta l'estate : “Accoglienza” di Antonio Nocera, “Landing/leaving” di Robin Bell ed il rinoceronte monumentale di Stefano Bombardieri “Il peso del tempo sospeso”.

Redazione Nove da Firenze