Var Group Country Partner of the year per l'Italia di Microsoft

A INSPIRE, la Convention annuale che si è tenuta la settimana scorsa a Las Vegas


Microsoft Italia fa il punto sulla propria strategia a supporto del canale a valle di Inspire, la convention annuale dedicata al mondo dei partner che si è tenuta a Las Vegas la scorsa settimana e ha coinvolto oltre 168 partner italiani, con cui è stato possibile approfondire strategia, innovazione e competenze, ma anche celebrare grandi successi. Microsoft Italia è stata premiata come miglior country worldwide, prima volta nella storia di Microsoft in Italia, un traguardo raggiunto anche grazie agli investimenti fatti per il canale italiano e alla positiva collaborazione con l’ecosistema di Partner in Italia. Tra i partner italiani, Var Group ha primeggiato in qualità di Microsoft Country Partner Of The Year per l’Italia.

MICROSOFT PARTNER AWARDS COME CELEBRAZIONE DELLE ECCELLENZE E DEL VALORE DEI PARTNER PER MICROSOFT

Inspire è stata anche l’occasione per premiare i Partner italiani più meritevoli, in una logica di valorizzazione delle eccellenze e condivisione delle best practice, volta a promuovere un sano confronto tra gli operatori del canale. I Microsoft Italia Partner Awards 2019 sono stati attribuiti alle 11 realtà che nel corso dell’anno hanno dimostrato eccellenza di business e che, in linea con la visione di Microsoft, sono state in grado di rispondere alle esigenze delle aziende del territorio offrendo soluzioni efficaci. Oltre a Var Group che si è aggiudicato il titolo di Microsoft Country Partner of the Year per l’Italia, nonché di Best Surface Partner, nell’ambito dei Digital Transformation Champ Award si sono distinti 4ward, Reply, Porini, Altitudo e Agic Technology, mentre nell’ambito dei Digital Transformation Performance Award si sono distinti Esprinet, Accenture, Softjam, Capgemini e Insight.

VAR GROUP TRIONFA COME MICROSOFT COUNTRY PARTNER OF THE YEAR PER L’ITALIA

Var Group rappresenta un esempio emblematico della collaborazione di successo tra Microsoft e il proprio ecosistema di Partner. Si tratta di un esempio virtuoso di azienda italiana in crescita, ove anche la partnership con Microsoft ha rappresentato negli anni una leva di sviluppo e uno stimolo alla competitività. Non solo, grazie alla sinergia tra Microsoft e Var Group è stato possibile fare sistema per promuovere l’innovazione presso molte realtà italiane di diversi settori e dimensioni. Questa collaborazione rifletti quindi il modello virtuoso di cui Microsoft si fa fautrice, moltiplicando il valore per i Partner e sul territorio”, ha commentato Fabio Santini, Direttore Divisione One Commercial Partner & Small, Medium and Corporate di Microsoft Italia

CRESCITA E PROSPETTIVE FUTURE INSIEME A MICROSOFT

Con un fatturato di 343 milioni di Euro (30 aprile 2019) in crescita del 18,5% rispetto allo scorso anno, 10.000 clienti, e oltre 1900 collaboratori distribuiti in 23 sedi in Italia e 5 all’estero (Spagna, Germania e Cina), Var Group è uno dei principali player dell’innovazione del Paese. “Microsoft rappresenta per noi un partner strategico, con cui stiamo definendo una strategia di crescita molto importante che vede in primo piano il Cloud Computing e in particolare l’Hybrid Cloud. Il nostro obiettivo è accompagnare le aziende italiane nel proprio percorso di trasformazione digitale, aiutandole a cogliere le opportunità del Cloud e su questo fronte stiamo investendo in maniera concreta, creando competenze e team di lavoro in grado di rappresentare un punto di riferimento sul territorio e di guidare progetti di innovazione a supporto della competitività delle realtà italiane”, ha dichiarato Francesca Moriani, Amministratore Delegato di Var Group. “Questo lungo rapporto di collaborazione è in costante evoluzione: siamo passati dall’essere un distributore di licenze a diventare un vero e proprio system integrator in grado di sviluppare insieme a Microsoft progetti di trasformazione digitale nelle 4 aree strategiche Modern Workplace, Business Applications, Data & AI, Azure & Infrastructure. Siamo in grado di offrire consulenza a 360° grazie a un team di quasi 200 persone completamente dedicate allo sviluppo di progetti/soluzioni basate su tecnologia Microsoft”.

VAR GROUP PREMIATA COME "MICROSOFT COUNTRY PARTNER OF THE YEAR PER L'ITALIA"

Nel ricco ecosistema di Partner Microsoft, Var Group si è quest’anno distinta per la capacità di sviluppare soluzioni innovative e offrire servizi di alto livello, per i risultati ottenuti sul mercato italiano e per l’abilità nel dar vita a progetti in grado di generare vantaggi concreti per le imprese. Var Group ha scelto di investire per indirizzare le aree strategiche della trasformazione digitale secondo Microsoft e in particolare nell’ultimo anno si è concentrata sulla piattaforma cloud Azure, creando strutture e iniziative con l’obiettivo di porsi come il partner di riferimento per l’Italia. L’azienda sta anche integrando l’offerta del cloud di Microsoft con gli asset del proprio datacenter e l’offering delle proprie business unit per consentire una sempre più semplice e veloce transizione verso i nuovi servizi ibridi e affiancare le aziende clienti negli scenari più innovativi offerti dall’adozione del cloud (AI, Big Data, Blockchain, IOT, etc.). Questo riconoscimento arriva quindi a valle di un anno importante, in cui Var Group è riuscita a far crescere team e competenze, e premia il valore dei 200 professionisti che compongono la divisione Microsoft e la loro capacità di sviluppare e integrare conoscenze altamente specializzate in ogni area dell’offerta. La sinergia con il team Microsoft consentirà a Var Group di cogliere nuovi e più ambiziosi traguardi anche nei prossimi anni e di contribuire attivamente alla trasformazione digitale del Paese.

UN CASO DI TRASFORMAZIONE DIGITALE GUIDATO DA VAR GROUP IN SINERGIA CON MICROSOFT: FRESCOBALDI

Sono innumerevoli gli esempi di aziende italiane che Var Group ha accompagnato nell’adozione di nuove tecnologie in grado di accelerare la crescita del business. Un caso d’eccellenza è il progetto di trasformazione digitale sviluppato insieme a Frescobaldi, che rappresenta da oltre 700 anni la tradizione toscana nella produzione di vini e oggi esporta vino in tutto il mondo, grazie a una fitta rete commerciale in Italia e all’estero. A partire dall’esigenza di mettere a disposizione dei suoi 100 agenti uno strumento innovativo e semplice da utilizzare per accedere anche in mobilità alle informazioni commerciali sui prodotti e per essere sempre aggiornati sullo status delle attività sui clienti, Var Group ha collaborato con l’azienda e Microsoft per sviluppare un portale basato sulla piattaforma cloud SharePoint, in modo da offrire agli agenti un unico punto di accesso a tutto il mondo Frescobaldi e avere visibilità costante non solo su promozioni e prodotti, ma anche sui clienti e contratti in essere. È stato quindi creato un cruscotto intuitivo in grado di offrire in modo semplice e immediato un overview delle attività legate agli agenti e ai clienti ed è stato così possibile trasformare le informazioni passive in informazioni utili ai fini di business. Un valido supporto per la competitività di un’azienda emblema del Made-in-Italy.

CLOUD E NON SOLO: L’IMPEGNO DI VAR GROUP PER PROMUOVERE LA TRASFORMAZIONE DIGITALE DEL PAESE PUNTANDO SULL’AI

La collaborazione con Microsoft vede un allineamento di intenti anche sul fronte AI, perché entrambi i player riconoscono l’importanza strategica di questa leva tecnologica per la crescita del Paese: l’AI oggi in Italia vale circa 85 milioni di Euro, ma potrebbe portare un raddoppio del PIL italiano in pochi anni (Osservatorio sull’AI del Politecnico di Milano e McKinsey). Per questo Var Group collabora con Microsoft per promuovere progetti d’innovazione in cui l’intelligenza artificiale venga sfruttata dalle aziende italiane come opportunità per dare slancio e ripensare i processi aziendali: dal marketing alla sicurezza, dall’automazione industriale all’analisi dei dati fino alla produzione. Var Group ha dato vita a un laboratorio R&D Artificial Intelligence e ha in programma il lancio di Academy e altre iniziative di formazione per contribuire alla diffusione di competenze utili per cavalcare le potenzialità dell’AI a supporto del business e sostenere la competitività delle aziende italiane. Tra i progetti di formazione ed empowerment che vedono Var Group collaborare con diversi atenei italiani, spicca Mastertech, un hackathon che coinvolge giovani studenti nello sviluppo di progetti di AI: all’edizione di maggio, in occasione della Convention Annuale di Var Group, hanno partecipato 43 talenti, provenienti dagli atenei di Palermo, Napoli, Ancona, Bologna e Roma, che si sono sfidati in una maratona di sviluppo della durata di 32 ore. I ragazzi dai 19 ai 23 anni, divisi in 9 gruppi, hanno sviluppato un progetto basato sull’Intelligenza Artificiale che ha preso spunto dalle esigenze di 7 aziende: DHL Express, Avio Aero, Gruppo Spinelli, Iper, Gruppo Lube, GNV e ACF Fiorentina. Tra i team vincitori, interessanti in particolare i progetti di Scrapp per Lube Cucine e BepHouse per Grandi Navi Veloci, che hanno utilizzato i servizi cognitivi di Microsoft per risolvere concrete sfide di business:

o Scrapp (team di 5 ragazzi dell’Università Politecnica delle Marche), Progetto per Lube Cucine - Lo scopo: realizzare uno strumento che permettesse all’azienda di monitorare al meglio la comunicazione e le promozioni online realizzate dai rivenditori, rilevando quelle non conformi con le policy aziendali. Utilizzando funzionalità di ricerca avanzata e applicando i Cognitive Service di Microsoft Azure, i ragazzi hanno ideato una soluzione che grazie all’intelligenza artificiale intercetta e segnala queste disfunzioni, permettendo all’azienda e ai propri rivenditori di realizzare campagne più coerenti.

o BepHouse (team di 5 ragazzi dell’Università di Firenze), progetto di Vehicle Size Recognition per Grandi Navi Veloci - Utilizzando un data set che i ragazzi hanno aumentato attraverso la modifica delle immagini a loro disposizione, il team Bephouse ha istruito un sistema di visione intelligente basato sui Cognitive Services Microsoft Azure per riconoscere automaticamente i veicoli cosiddetti “fuori sagoma” al fine di verificare i titoli di viaggio acquistati e ottimizzare la loro disposizione all’interno della nave.

Guglielmo Spinicchia 002 1

Redazione Nove da Firenze