Vandalizzato il fontanello di Chiocchio

Nella frazione di Greve in Chianti l’impianto è stato pesantemente danneggiato


Una bravata notturna o un atto vandalico in piena regola? Occorrerà qualche giorno per l'avvio di un percorso di indagini che dia risposte alle domande che la comunità di Greve si pone rispetto all'episodio spiacevole accaduto la scorsa notte. Il fontanello di acqua situato a Chiocchio è stato preso d'assalto da una o più persone nottetempo danneggiando considerevolmente la parte esterna e interna dell’impianto di erogazione dell’acqua potabile. Tuttavia il dato che scatta nell'immediato, sul fontanello di Chiocchio danneggiato, è la denuncia del sindaco Paolo Sottani.

“Il gesto inaccettabile di cui si sono resi protagonisti alcuni ignoti non passerà inosservato - annuncia il primo cittadino - effettueremo accurate ricerche per individuare l'identità dei responsabili e parallelamente verificheremo l'entità dei danni subiti che non sono di poco conto. L'apparecchiatura è stata letteralmente vandalizzata, presa di mira con pezzi di pietra divelti dalla colonnina elettrica posta accanto, le pietre sono state utilizzate per rompere il piano di erogazione dell'acqua, al momento inutilizzabile".

L'amministrazione comunale sta elaborando la messa a punto di alcuni strumenti che contrastino gli atti vandalici e disincentivino azioni incivili e prive di rispetto per il patrimonio pubblico. "Ragazzi o adulti che siano - aggiunge l'assessore all'Ambiente Simona Forzoni - l'irresponsabilità dei vandali è un atto di cui fa le spese l'intera collettività e va contrastato con fermezza. Esso incide sul piano economico in quanto richiede una spesa all'amministrazione comunale per il ripristino dell'impianto e sotto il profilo del servizio che può interrompersi. Chiediamo ai cittadini di prestare la massima attenzione e segnalare tempestivamente all'amministrazione comunale o alle forze dell'ordine figure sospette o episodi che possano ricondursi ad atti illeciti”.

Redazione Nove da Firenze