Vaccinazioni: mercoledì Domenico Arcuri e Simone Bezzini alla videoconferenza Cgil

“VaccinarSì. Perché, come, quando”: il 3 febbraio alle 16:00 evento online con Spi Toscana e Scuola Sant’Anna. Intervengono il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, la rettrice della Scuola Sant’Anna Sabina Nuti e l’assessore regionale alla sanità. Inizia un ciclo di interviste sui vaccini con i professionisti della USL TSE su Radio Fly


Firenze, 1-2-2021 - “VaccinarSì. Perché, come, quando” è l’evento online in programma mercoledì 3 febbraio alle ore 16, promosso dallo Spi Cgil Toscana e dal Laboratorio MeS Management e Sanità dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

L’evento sarà tramesso in diretta sulle pagine facebook di Spi Cgil ToscanaScuola Superiore Sant’Anna e sarà l’occasione per fare il punto campagna vaccinale in corso contro il Covid-19, con importanti ospiti che approfondiranno il tema da diversi punti di vista.

Ad aprire il webinar sarà la rettrice della Scuola Sant'Anna Sabina Nuti con un intervento dal titolo “La spinta gentile... e oltre: le leve comportamentali a supporto della campagna vaccinale”. A seguire la tavola rotonda “La vaccinazione di massa contro il Covid-19 tra opportunità sanitaria e sfida democratica”, moderata dal direttore di Tv2000 Vincenzo Morgante, a cui parteciperanno Simone Bezzini, assessore al diritto alla salute e alla sanità della Regione Toscana; Michele Conversano, presidente del Comitato tecnico-scientifico di HappyAgeing e Domenico Arcuri, commissario straordinario per l'emergenza Covid-19. Conclude Stefano Landini, responsabile organizzazione Spi Cgil nazionale.

“La ricerca scientifica, in tempi relativamente brevi, ci ha messo a disposizione non uno ma tanti tipi di vaccino da utilizzare come scudo contro il Covid-19 - sottolinea Sabina Nuti, rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa -. Dobbiamo imparare a conoscerli ma soprattutto è importante, quando arriverà il turno di ciascuno, vaccinarsi! Quando è iniziata l’emergenza, il personale sanitario aveva pochissime armi terapeutiche e scarsa conoscenza del virus. Adesso, la comunità scientifica si trova nella situazione opposta e, grazie ai vaccini, ha a disposizione una leva fondamentale per uscire dalla pandemia. È importante non sprecare questa opportunità, superare la paura e aderire alla campagna vaccinale. Sembra una scelta ovvia e invece non lo è. È importante studiare e capire che cosa possiamo fare per promuovere l’adesione alla campagna e convincere tutti a sottoporsi alla vaccinazione”. “Certo, da solo il vaccino non basta e deve essere accompagnato a comportamenti corretti in termini di prevenzione e di protezione, collettiva e individuale - prosegue Nuti -. Bisogna poi fare chiarezza, usando quella che definisco una ‘spinta gentile’ da contrapporre rispetto ad autentiche ‘fake news’, sulle opportunità e sulle strategie che offre la campagna in corso. Il seminario online di mercoledì 3 febbraio è dunque una grande occasione di informazione e di sensibilizzazione”.

“Ci sono temi delicati come quelli determinati da questa pandemia che vanno approcciati senza nessuna ricetta salvifica - afferma Alessio Gramolati, Segretario Generale dello Spi Cgil Toscana -. Oggi, dopo aver passato un anno sulla difensiva c’è un vaccino. Un’opportunità che deve essere colta! Scegliere se vaccinarsi o meno non attiene solo alla sfera privata, c’è un interesse generale, come ci ha ricordato il Presidente della Repubblica “la libertà non è di far ammalare gli altri”. Per questo abbiamo raccolto in questa iniziativa tante competenze per dare un sostegno motivato ad una sfida che è insieme sanitaria e democratica. Sfida che ha bisogno di una azione generosa e responsabile. Una mobilitazione del civismo a cui lo Spi Cgil toscano offrirà tutto il sostegno necessario”.

Dire – Fare – Vaccinare

Adeguate e corrette conoscenze sui vaccini sono alla base di una efficace comunicazione che, l'attuale periodo storico richiede affinché tutti possano ricevere le necessarie informazioni per effettuare scelte consapevoli e responsabili. Il ciclo di trasmissioni è realizzato da Radio Fly in collaborazione con la USL Toscana Sud Est. La campagna di informazione si svilupperà in 8 appuntamenti tra il 2 ed il 26 febbraio su Radio Fly. interviste con professionisti e medici. Approfondimenti su normative, caratteristiche e modalità vaccinali: “Perché il primo vaccino è la corretta informazione”. La prima trasmissione è in programma per martedì 2 febbraio e sarà incentrato sui vaccini e la loro importanza. Due spazi settimanali, di 10/15 minuti ciascuno, il martedì ed il venerdì alle ore 9.30 di mattina: obiettivo raggiungere la fascia più ampia di cittadini. Il programma prevede interviste condotte da studio, con collegamenti audio e video. Il primo appuntamento sarà con la dottoressa Simona Dei Direttore Sanitario che affronterà su come la nostra USL sta affrontando il percorso vaccinale anti-covid.

Redazione Nove da Firenze