Una Fiorentina sotto tono pareggia a Brescia

ph courtesy Violachannel

Imprecisione e lentezza impediscono di battere la squadra lombarda. Caceres, Castrovilli e Sottil i migliori. Chiesa non al top. Sesto risultato utile consecutivo. Montella: "In bocca al lupo a Dessena"


La vittoria viola sfuma all'ultimo minuto di gioco, quando Castrovilli si è visto respingere il tiro accidentalmente da Vlahovic. La fortuna non ha aiutato i Viola che non sono riusciti a passare al Rigamonti, dopo una gara che ha visto i ragazzi di Montella meno brillanti delle ultime gare.

La squadra è in costruzione e ha buoni margini di crescita, ma ha difficoltà a finalizzare contro squadre che come il Brescia si chiudono. La Fiorentina ben attrezzata in difesa e a centrocampo deve crescere nella fase realizzativa, dove non sempre può funzionare lo schema adottato con successo nelle ultime partite.

L'avvio di gara non è dei migliori per i viola che subiscono un goal dopo tre minuti. Grande giocata di Tonali, assist di Donnarumma e rete di Ayè che anticipa una difesa poco reattiva. Il goal è però annullato dal Var per un fallo di mano di Tonali.

Passata la paura, i viola si riorganizzano e fanno la partita. Il Brescia si difende e si affida alle ripartenze . Al decimo minuto Castrovilli dopo una bella azione personale impegna il portiere. La gara ha ritmi alti che si smorzano dopo il quarto d'ora. Al 19' Lirola impegna Jorononem, al 21' Dalbert spreca in contropiede. Il Brescia si difende con ordine, la Fiorentina è troppo lenta e fatica a trovare spazi. L'unica occasione per i viola arriva al quarantesimo, quando, su passaggio di Chiesa, Badelj conclude con un tiro debole dal limite.

Dopo un tempo avaro d'emozioni si va al riposo con un risultato di parità che evidenzia perfettamente quanto visto in campo.

Nella ripresa Corini schiera Balotelli al posto di Donnarumma. All'ottavo brutto infortunio di Dessena che deve uscire, dopo uno scontro con Pulgar ed è sostituito da Spalek. La gara non decolla. La Fiorentina continua a fare la gara ma non è in grado di cambiare passo e non crea occasioni pericolose. Al ventesimo arriva anche un'occasione per il Brescia con Balotelli che su angolo di Tonali colpisce di testa, ma manda fuori il pallone, Al 26° ci provano i viola con un colpo di testa di Pezzella su un corner di Pulgar, Montella toglie Chiesa e schiera Vlahovic poi toglie Lirola e inserisce Sottil . La squadra acquista profondità. Al 36' Sottil ha una buona occasione in ripartenza ma il suo passeggio in area è respinto. I Viola premono con maggiore insistenza ma non riescono a sfondare, Il Brescia si difende con ordine. 

Al termine del lunghissimo recupero i viola potrebbero trovare il goal ma il tiro di Castrovilli è respinto accidentalmente da Vlahovic.

Finisce con un pari, che è un risultato equo, ma non accontenta i viola che speravano di ottenere il quarto successo consecutivo. La Fiorentina è un cantiere, una squadra in crescita che ha grande potenzialità e nel processo di crescita ci possono stare anche gara meno brillanti come quella col Brescia.

Nel dopo gara Vincenzo Montella ha dichiarato ai microfoni di Sky :“Voglio salutare e mandare un carissimo in bocca al lupo a Dessena, so che è un guerriero e so che ce la farà anche questa volta a tornare forte come adesso. La partita è sta come me la aspettavo: campo ostico e squadra organizzata a livello difensivo. Abbiamo sofferto un po’ all’inizio con il gol giustamente annullato. La squadra non ha concesso niente, Dragowski non ha fatto una parata. Loro hanno avuto solo un’occasione con Balotelli di testa. Nel finale siamo andati un po’ più vicino al gol del Brescia, ma la partita è stata equilibrata. La squadra mi è piaciuta perché è stata solida e ordinata. Qui hanno sofferto tutte le grandi. Noi non abbiamo concluso nel migliore dei modi le occasioni create ma sono soddisfatto della prestazione. Dobbiamo crescere volta in volta. Nel finale oggi siamo stati sfortunati nell’ultimo episodio con Vlahovic che ha interrotto il tiro di Castrovilli. Abbiamo le armi e le qualità per poter far male agli avversari e delle armi che stanno giocando meno ma che ci possono dare una mano com’è successo oggi. Sottil è stato un ingresso importante: ha creato tante occasioni pericolose”.

Brescia - Fiorentina 0-0

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Dessena (8' st Spalek); Romulo (35' st Zrmrhal); Ayé, Donnarumma (1' st Balotelli). Allenatore: Corini

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola (35' st Sottil), Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Ribéry (42' st Boateng), Chiesa (22' st Vlahovic). Allenatore: Montella

Arbitro: Calvarese di Teramo

Note: ammoniti Pulgar, Chiesa, Corini, Ribéry

Alessandro Lazzeri