Un mediocre pareggio nel derby dell'Appennino

Dopo un inizio alla grande, la squadra scivola nella mediocrità. Brillano solo Ribery, Castrovilli e Dragowski. La classifica si fa pericolosa e la prossima gara è mercoledì a Roma contro la Lazio. Apre il mercato di gennaio: occorre una punta per curare la sterilità offensiva.


Un derby dell'Appennino all'insegna della mediocrità. Ci si aspettava dopo il trionfo di Torino se non un ulteriore salto di qualità , almeno una determinazione agonistica pari a quella mostrata allo Juventus Stadium. E' risultata, invece una partita mediocre e grigia che riporta la squadra alle prestazioni precedenti,evidenziando i limiti emersi in termini di gioco e personalità. Eppure l'inizio è stato brillante, Al primo minuto i viola subito nell'area bolognese. Scambio Venuti – Ribery, palla a Vlahovic che si gira e tira ma la sfera esce sul fondo. Un minuto dopo grande azione di Ribery che entra in area e lascia partire un tiro che colpisce De Silvestri e finisce sul palo. Il Bologna agisce in contropiede e segna al terzo minuto con Orsolini ma la rete è annullata per fuorigioco di Palacio. Ribery è imprendibile per De Silvestri che lo mette giù ed è ammonito. Dopo un inizio scoppiettante e positivo per i viola, la squadra di Prandelli perde progressivamente le redini del gioco ed è il Bologna ad alzare il baricentro e a rendersi pericoloso. I felsinei al quindicesimo hanno una buona occasione con Orsolini che dopo una buona azione personale conclude con bel tiro che sfiora il palo. Il Bologna ha un costante possesso palla e una fluidità di manovra. La Fiorentina ha difficoltà a ripartire e qualche incertezza difensiva. Al 34′ Palacio scappa e va verso la porta, lo ferma Dragowski con un’ ottima e tempestiva uscita . I viola soffrono l'aggressività del Bologna . Al 37' i viola rischiano .Dopo un tiro di Barrow respinto da Dragowski, arriva sul pallone Palacio e tira al volo, ma la schiena di Pezzella salva e devia in angolo. Due minuti dopo è ancora Dragowski ad anticipare Palacio.Sul finire del tempo arriva anche un'occasione per i viola con Vlahovic anticipato di un soffio in area dopo un corner. Più Bologna che Fiorentina nel primo tempo.

Nella ripresa la Fiorentina dovrebbe ripartire con un altro passo ma la squadra di Prandelli, schierata con troppi difensori, non riesce a costruire gioco. I ritmi della gara sono bassi, il Bologna ha un buon palleggio, i viola non si muovono senza palla Bisogna arrivare al tredicesimo per trovare un tiro dei viola quando Borja Valero, dopo una buona azione, tira fuori di un soffio.

Prandelli toglie Borja Valero e schiera Bonaventura. Poi toglie Vlahovic e Caceres per Kouame e Lirola. La Fiorentina non decolla, anche se prova un qualche forcing dove brillano soltanto Ribery e Castrovilli. Il fuoriclasse francese, dopo aver saltato tre avversari, passa al centro ma la palla è respinta dai difensori bolognesi. Poi al 45' è Castrovilli ad avere una grande occasione ma il suo tiro lambisce il palo, L'arbitro concede tre minuti di recupero ma non succede niente. I viola collezionano l'ennesimo pareggio casalingo. La classifica è mediocre e il prossimo impegno è mercoledì all'Olimpico contro la Lazio. Speriamo che il mercato di gennaio porti qualche elemento in grado di potenziare la squadra.

Cesare Prandelli a Sky ha parlato dopo il pareggio della Fiorentina: “Era una partita molto difficile anche perché il Bologna dà pochi riferimenti davanti, quindi si poteva rischiare molto. Ma alla fine poi secondo me abbiamo fatto molto bene. Una partita molto equilibrata, sono contento per il risultato. Interrogato sul mercato di gennaio che si aprirà tra due giorni: ” Ne abbiamo parlato con la società e ne riparleremo. In questo momento dobbiamo sfoltire un po’ la rosa perché con ventotto giocatori per me è impossibile allenarli e non possiamo lavorare sulla qualità. Abbiamo delle idee e speriamo di metterle in pratica”.

Nel dopo gara ha parlato anche Castrovilli che ha dichiarato a Violachannel: “Siamo partiti bene, dobbiamo dare più continuità alle nostre azioni offensive e fare gol. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta ma ci è mancata anche un po’ di fortuna. Adesso dobbiamo affrontare Lazio e Cagliari? Dobbiamo essere tutti pronti perché si gioca ogni tre giorni e chi entra, deve dare una grossa mano. Prandelli ci ha chiesto di dare continuità al risultato e alla prestazione di Torino. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta, io in primis con l’ultima occasione che ho avuto. Cercherò di migliorare perché già in allenamento certe situazioni le faccio meglio”.

Fiorentina – Bologna 0-0

.FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Caceres (26' st Lirola), Castrovilli, Borja Valero (33' st Bonaventura), Amrabat, Venuti; Ribéry, Vlahovic (26' st Kouame). Allenatore: Prandelli

BOLOGNA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri (1' st Paz), Tomiyasu, Danilo, Dijks; Schouten (42' st Poli), Dominguez (43' st Svanberg); Orsolini (29' st Skov Olsen), Soriano, Barrow; Palacio (29' st Vignato). Allenatore: Mihajlovic

Arbitro: Orsato di Schio

Note: ammoniti De Silvestri, Igor, Shouten, Dominguez, Bonaventura

Alessandro Lazzeri