Un convegno sui temi della difesa dal rischio idrogeologico e della gestione dell’acqua

A Firenze la prima giornata del convegno organizzato da Urbat e Anci Toscana sui temi della difesa dal rischio idrogeologico e della gestione dell’acqua. Domani si prosegue con Rossi, D’Angelis, Gargano, Graziano, Cosimi e Marcelli


FIRENZE - La riforma dei Consorzi di Bonifica attuata con la Legge Regionale 79/2012 non è stata accompagnata, ad oggi, da un dibattito approfondito sui problemi della difesa del suolo in Toscana. Per questo, nell’ambito della Settimana della Bonifica, è iniziato oggi, a Firenze il convegno “Si scrive bonifica, si legge Toscana più sicura. La gestione partecipata dei beni comuni per la difesa del suolo, la prevenzione civile, la tutela dell’ambiente e la valorizzazione dell’agricoltura”. L’appuntamento, organizzato da Urbat e Anci Toscana, proseguirà domani e mira ad avviare un confronto che ponga al centro l’analisi di quanto realizzato in questi anni e le potenzialità dei nuovi Consorzi per il territorio e il sistema economico toscano. Due giorni di confronto e proposte sui temi della difesa dal rischio idrogeologico e della gestione dell’acqua.

La prima giornata, presso il Centro Arte e Cultura dell’Opera Di Santa Maria del Fiore (piazza San Giovanni, 7), si è articolata in tre workshop operativi su: Manutenzione e nuove opere per la sicurezza del territorio dopo la Legge 79/2012; La gestione sostenibile degli ambienti fluviali; L’acqua, il territorio e l’agricoltura. Fra i relatori: Caterina Biti, assessore all’ambiente Comune di Firenze; Marco Monaco vicepresidente Urbat; Anna Rita Bramerini, assessore all’ambiente Regione Toscana; Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana; Renzo Crescioli, presidente Associazione per l’Arno; Gianni Salvadori, assessore all’agricoltura Regione Toscana e Luca Brunelli, presidente di Cia Toscana.

“La bonifica in Toscana ha appena avviato un processo di profondo cambiamento, di razionalizzazione e di spending review – ha detto il presidente Urbat, Marco Bottino – ci premeva creare un’occasione per illustrare nel loro complesso tutti questi temi”.

“Queste due giornate di convegno sono l’occasione per illustrare a tutti i protagonisti del settore – ha detto l’assessore all’ambiente della Regione Toscana Anna Rita Bramerini – la recente riforma regionale nell’ambito della bonifica e dalla difesa del territorio dai rischi idrogeologici. Riforma che ha avuto non solo il merito di ridurre e razionalizzare gli enti, ma anche di chiarirne meglio le competenze. Partendo da questa base serve ora procedere con le opere, cercando di abbreviare il più possibile tempi e iter burocratici”.

“L’agricoltura deve tornare a essere protagonista nel settore della difesa del suolo – ha detto l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana Gianni Salvadori – visto che le aziende agricole sono in prima linea nel presidio del territorio e direttamente interessate alla sua sicurezza e manutenzione. Il loro ruolo è dunque fondamentale, in collaborazione con i Consorzi di Bonifica e con gli altri enti competenti in materia”.

Domani, il convegno andrà avanti con un’altra mattinata di dibattito. Sarà presente anche il laboratorio “Flumina” ideato da Eta Beta: un sistema di simulazione fluviale capace di riprodurre un bacino idrografico, evidenziando in maniera semplice, intuitiva e coinvolgente fenomeni fisici importanti e complessi (come la dinamica della formazione di un’asta fluviale, l’erosione planiziale, il trasporto dei sedimenti, etc.) accanto a fatti di geografia umana come il popolamento e l’espansione urbana.

Sabato 17 maggio: Si scrive bonifica, si legge Toscana più sicura

ore 9.45, sala Pegaso – presidenza della Regione Toscana (piazza Duomo, 10)

 Introduce Marco Bottino - presidente Urbat

 Enrico Rossi - presidente Regione Toscana

Erasmo D’Angelis – capo unità di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico

Massimo Gargano -  presidente Anbi

Gian Vito Graziano - presidente Consiglio Nazionale dei Geologi

Alessandro Cosimi - sindaco di Livorno e presidente Anci Toscana

Tulio Marcelli - presidente Coldiretti Toscana

 

Modera: Giorgio Zanchini – radio 3 RAI

Redazione Nove da Firenze