Turismo: Toscana meta preferita

Presentazione del Quaderno del Circolo Rosselli lunedì prossimo "Firenze & il suo doppio". Convegno sul marketing territoriale il 18 marzo 2016 a Bagno a Ripoli. Grassi: "I turisti aumentano e a Firenze chiudono I servizi di accoglienza”


FIRENZE – Città e località d'arte continuano ad essere le mete preferite, con la Toscana in vetta alle scelte dei turisti italiani per i prossimi tre mesi. E' uno degli elementi che emerge dai dati dell'Osservatorio Confturismo-Istituto Piepoli che studia il valore dell'Indice di propensione al viaggio degli Italiani. L'indice di fiducia del viaggiatore italiano, che viene elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli, indica la propensione degli Italiani al viaggio. Rispetto al dato di un anno fa mostra una crescita di 3 punti, dal 56 al 59 (+5%), crescita dovuta anche al fattore "cultura": secondo l'indagine infatti questo aspetto influenza la scelta di viaggio per 4 italiani su 5. Il dato interessante è che 1 italiano su 2 sceglierà nel prossimo trimestre, come destinazione, una città o località d'arte ed è proprio la Toscana a piazzarsi in testa alle preferenze degli italiani, seguita da Trentino Alto Adige e Lombardia.

TripAdvisor®, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, ha annunciato oggi i risultati di uno studio sui trend delle recensioni relative alle attrazioni italiane presenti su TripAdvisor. Lo studio evidenzia l’apprezzamento dei viaggiatori internazionali nei confronti delle attrazioni dello Stivale, che vantano infatti un punteggio medio totale di 4.40 pallini su 5 nel corso degli ultimi 10 anni (dal 2006 al 2015). Dal nord al sud della penisola l’intero territorio nazionale è costellato di attrazioni che attirano ogni anno innumerevoli viaggiatori da tutto il mondo. Analizzando nel dettaglio il punteggio delle recensioni attribuito dai viaggiatori globali di TripAdvisor tra il 2006 e il 2015, emerge che la Basilicata vanta il punteggio medio più alto per le recensioni con una media di 4.57 pallini su 5. Seguono Toscana con 4.50 e Umbria con 4.49. Considerando invece il numero di recensioni relative alle attrazioni postate su TripAdvisor, è il Lazio a primeggiare seguito da Toscana e Veneto.

Lunedì 14 marzo, alle ore 17, presso lo Spazio Quaderni del Circolo Rosselli, via Alfani 101 rosso Firenze, si svolgerà la presentazione del n.3/4 del 2015 dei “Quaderni del Circolo Rosselli” , Firenze &il suo doppio numero speciale dedicato al capoluogo toscano a cura di Mariella Zoppi. Interverranno il Rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei e il prof. Tomaso Montanari (università di Napoli "Federico II") in compagnia degli autori. Il “Quaderno” contiene scritti di Cristina Acidini, Francesco Alberti, Matteo Boldrini , Antonio Bugatti, Carlo Carbone, Alberto Di Cintio, Lorenzo Fontani, Pietro Giorgieri, Massimo Gregorini, Michela Moretti Tommaso Nencioni, Federico Paolini, Gianluca Paolucci, Luca Perinelli, Gaspare Polizzi, Andrea Puccetti, Francesco Re, Valdo Spini, Vanessa Stella, Matteo Vieri, Alessandra Pelosi, Piero Micheli oltre che della stessa Mariella Zoppi. “ Firenze & il suo doppio, commenta il direttore Valdo Spini, sta a significare la duplice realtà della nostra città, in cui vivono cittadini e residenti da un lato e i turisti dall’altro. Una città in cui negli anni scorsi circa centomila cittadini si sono spostanti nel comuni contermini, ma che tutti insieme fanno parte ora della città metropolitana. Ce ne è abbastanza per alimentare un grande dibattito”.

Come si possono sviluppare le potenzialità economiche, culturali e turistiche di un territorio? E come si può, a livello locale, promuovere e valorizzare le realtà sociali e produttive che vi operano? E' per rispondere a queste domande che Pubblica Amministrazione & Mercato S.r.l., in collaborazione con il Centro Studi Turistici di Firenze, organizza il convegno "Per una strategia vincente di marketing territoriale - Idee per la pianificazione e la programmazione di un progetto di crescita del territorio" che si terrà il 18 marzo, a partire dalle ore 9.30, presso l’Antico Spedale del Bigallo a Bagno a Ripoli (FI), in via del Bigallo e Apparita, 14. Un appuntamento nel corso del quale si confronteranno esperti del settore, tanto in campo politico e amministrativo quanto del mondo della comunicazione, cercando di declinare il concetto di "marketing territoriale" in tutte le sue forme: cosa c’è dietro questa definizione, quali soggetti intervengono nella sua realizzazione e come questi ultimi dovrebbero interagire per realizzare l’obiettivo che si prefigge in termini di promozione e valorizzazione di una zona e dell'insieme delle sue attività e specificità. Ad aprire i lavori sarà il sindaco Francesco Casini dopo di che si aprirà una tavola rotonda che, a partire dall'esperienza di eChianti.it (il portale ideato e realizzato proprio da Pubblica Amministrazione & Mercato e che da un anno promuove e valorizza il territorio di Bagno a Ripoli e le sue realtà socio economiche) intende allargarsi ai contributi di chi racconterà altre positive esperienze di marketing territoriale sia a livello regionale sia a livello nazionale. Tra i relatori, oltre all'assessore comunale alo sviluppo economico Francesca Cellini, ci saranno infatti Simone Gheri (Segretario Generale di Anci Toscana), Francesco Tapinassi (Dirigente del servizio II Direzione Generale Turismo, MIBACT), Luca Iozzelli (Membro del Comitato Organizzatore ed esecutivo di Pistoia Città della Cultura 2017), Alberto Peruzzini (direttore di Toscana Promozione) e Francesco di Costanzo (Direttore di Cittadini di Twitter). La partecipazione al convegno è riservata a sindaci, assessori allo sviluppo economico ed esponenti di associazioni di categoria (per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero 055.642259 o scrivere una email all'indirizzo info@echianti.it). Sarà comunque possibile seguire i lavori in tempo reale attraverso gli account Facebook e Twitter di eChianti e Pubblica Amministrazione & Mercato su cui saranno postati in diretta immagini e aggiornamenti di tutti gli interventi in programma.

“Il turismo aumenta e la Città Metropolitana riduce l’orario di apertura dell'ufficio in via Cavour che finora era il secondo per numero di utenti e uno dei soli due punti per il ritiro della Firenze Card. Un regalo ai falsi infopoint che invece di accogliere il turista informandolo, cerca di vendere quello o quell'altro servizio”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta gli ultimi provvedimenti sul turismo. E incalza: “Abbiamo un ufficio all'aeroporto praticamente inutile e marginale, stessa storia per quello presso il Bigallo e lo spazio di Borgo Santa Croce, che doveva diventare un punto di promozione dei prodotti tipici fiorentini risulta essere chiuso da mesi. Se si esclude la struttura in Piazza Stazione che rappresenta l'unico vero punto di riferimento”. “Invece che dire che non abbiamo risorse – continua Grassi – dovremmo investire nel settore. Certo è che servirebbe una pianificazione dell'accoglienza turistica. Un sistema integrato degli uffici turistici presenti a Firenze. Non è certo con la loro chiusura che si innalza la qualità dell'offerta”. “Questo è l'ennesimo colpo che penalizza chi lavora con il turismo e che vede giorno dopo giorno svilire la propria professionalità. Gli enti locali cercano solo di fare cassa, riducendo gli investimenti e i servizi offerti alla Città”.

Redazione Nove da Firenze