Tramvia, lungo il Mugnone spariscono gli alberi

Residenti infuriati in queste ore davanti all'abbattimento del verde


Spariscono gli alberi sul Mugnone tra via XX Settembre e Viale Milton.
Tutto previsto per la realizzazione del Ponte Bailey che per alcuni anni consentirà su due corsie per senso di marcia di far defluire il traffico dallo Statuto verso viale Lavagnini e viceversa.
Difficile abituarsi al cambiamento per i residenti letteralmente attoniti davanti allo stravolgimento del panorama.

"Il Comune di Firenze si intestardisce ad andare avanti - commenta il consigliere comunale Mario Razzanelli - senza ascoltare nessuno in un progetto che è semplicemente assurdo. Un simile intervento è una ferita al cuore di Firenze, un danno ambientale e uno schiaffo alle famiglie che vivono e lavorano in quella via. Le loro richieste di cercare alternative valide, di avere maggiori spiegazioni, di non rovinare il quartiere per non si sa bene che scopo, recise così da un giorno all'altro. Quale sarebbe il dialogo?"

Forti polemiche sono seguite dopo i dibattiti pubblici che hanno visto commercianti e cittadini scontrarsi con l'Amministrazione durante gli incontri avvenuti in via Baracca. Palazzo Vecchio ha promesso di intensificare l'informazione in merito allo sviluppo dei cantieri, ma borbottano in via Leone X e strade limitrofe "Rendering con i ceppi tagliati non ne avevamo visti".

Redazione Nove da Firenze