Tramvia: da martedì la sistemazione urbanistica in via di Novoli

Ecco i lavori che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine. Forza Italia: “Pitti, traffico impazzito e le solite scelte scellerate di questa amministrazione”. Il Comune partecipa a un programma nazionale del Ministero dell’Ambiente per favorire e incrementare la mobilità sostenibile


Inizieranno martedì 17 gennaio i lavori di sistemazione urbanistica in via di Novoli. Il tratto interessato è quello compreso fra via Baracchini e via Torre degli Agli. L’intervento sarà effettuato in due fasi per una terza per la sistemazione della sede strafale limitrofa alla sede tranviaria. Previsti restringimenti di carreggiata (rimarrà a disposizione una corsia in direzione centro città) e divieti di sosta a tratti in via di Novoli, via Torre degli Agli e via Baracchini. Rimanendo sulla linea 2, da lunedì 16 gennaio in via di Villa Demidoff sarà interessata da un cantiere per la realizzazione di un tratto dell’acquedotto a integrazione dei lavori sulla rotatoria via di Novoli-via Forlanini. Previsti un restringimento di carreggiata e divieti di sosta (lato numeri civici dispari da via di Novoli al numero civico 99). Passando alla linea 3, da lunedì 16 gennaio per il completamento dei lavori sul marciapiede in via Vittorio Emanuele II dovrà essere realizzato un nuovo attraversamento pedonale provvisorio all’altezza del passo carrabile del Teatro di Rifredi.

La manutenzione dei marciapiedi in via Panicale e via di Montello, interventi alla rete di telefonia in via del Gignoro e via Perfetti Ricasoli. Ma anche lo smontaggio delle luminarie natalizie in piazza Dalmazia e piazza Leopoldo, e lavori edili in viale Petrarca e lo scarico di materiali in via Senese. Sono solo alcuni degli interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l’istituzione di provvedimenti di circolazione.

“Una scelta scellerata. Quella di impedire ai mezzi provenienti da viale Lavagnini di svoltare in via Leone X per prendere il sottopasso di viale Milton è stata la decisione più improvvisata che si potesse prendere nell’ultima giornata di Pitti uomo -intervengono i consiglieri del gruppo Forza Italia Jacopo Cellai, Luca Tani, Mario Tenerani e Mario Razzanelli- Di fatto, chi voleva andare in direzione aeroporto è dovuto arrivare fino a piazza della Libertà per poi riprendere la direttrice verso nord. Il tutto è attribuibile alla chiusura di via Lorenzo il Magnifico che è stata attuata per permettere lo smontaggio della fiera, andando ad appesantire di fatto la viabilità su viale Milton, e fin qui tutto prevedibile, ma poi la situazione è andata decisamente fuori controllo. Il risultato è stato il traffico impazzito. Ringraziamo la scellerata decisione di impedire l’unica svolta possibile per raggiungere Peretola, costringendo tutti ad accodarsi a un lungo serpentone che partiva dalla Fortezza e proseguiva per viale Lavagnini, piazza della Libertà e viale Milton, di nuovo Fortezza lato opposto… e poi lasciamo immaginare ai cittadini il resto”.

Quasi due milioni di euro per favorire e incrementare la mobilità sostenibile. Il Comune di Firenze ha partecipato ad un apposito programma del Ministero dell’Ambiente con il progetto GREENINFINITY (GREEN_Firenze Network of mobiliTY Users). Il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile incentiva scelte di mobilità urbana alternativa all’automobile privata, per ridurre il traffico, l’inquinamento e la sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici e delle sedi di lavoro. “L’obiettivo – sottolinea l’assessore all’Ambiente Alessia Bettini – è favorire gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro con modalità di trasporto sostenibili, in linea con gli obiettivi nazionali ed europei di riduzione delle emissioni di gas serra e inquinanti derivanti dal settore dei trasporti”. I Comuni avevano tempo fino al 10 gennaio per accedere ai contributi messi in campo dal Ministero dell’Ambiente fino a 1 milione di euro, elevati a 3 nel caso di Comuni associati. Nel progetto presentato dall’Amministrazione comunale (del valore complessivo di 1milione e 821mila euro) sono previsti, tra l’altro, una serie di incentivi economici per i comportamenti virtuosi come l’utilizzo della bici per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, il car pooling , il passaggio da un mezzo motorizzato alla bicicletta. Ma anche la realizzazione di percorsi Pedibus che, attraverso la collaborazione con associazioni e altri soggetti affidatari del servizio, prevede l’accompagnamento a scuola di gruppi di bambini e bambine nelle scuole primarie e secondarie lungo itinerari prestabiliti con ‘fermate’ e orari definiti come un vero e proprio scuola bus. Tra le altre azioni lo sviluppo di una piattaforma integrata per la condivisione dei dati relativi alla mobilità urbana tra utenti e amministratori. “Questo permetterà un’interazione tra cittadini e Amministrazione comunale – aggiunge l’assessore Bettini – , dando vita a una vera e propria comunità degli utenti del sistema della mobilità i quali potranno inviare segnalazioni e notifiche grazie un app per smartphone che sarà scaricabile dai principali stores e che sarà utilizzata anche dal Comune”. Si prevede anche l’analisi delle abitudini di trasporto e, sulla base dei dati raccolti, si renderà disponibile un sistema di analisi e di supporto che aiuti gli utenti a migliorarne l’efficienza. Poi c’è la realizzazione del servizio di bike-sharing, per incrementare la mobilità ciclabile.

Tramvia Firenze, l'infografica di gennaio 2017

Redazione Nove da Firenze