Toccafondi (Italia Viva): "L'Iva non aumenta, una vittoria per Firenze"

Il deputato fiorentino e renziano: "Da queste cose si vede com'è importante la nostra presenza nel Governo". Francesco Grazzini (Avanti Firenze): "Le spese di ogni famiglia sarebbero aumentate di 600 euro l'anno"


Il Governo Conte ha trovato le risorse che evitano l'incremento dell'Iva, cioè della tassazione sui consumi. Una notizia accolta con grande favore dal deputato fiorentino Gabriele Toccafondi (Italia Viva): "Uno dei presupposti con cui è nato il nuovo governo era proprio il netto no all'aumento dell'IVA, per questo una marcia indietro adesso sarebbe stata inconcepibile. Da queste cose si vede quanto è decisiva la presenza di Italia Viva nel governo. Se non fosse stato per la forte presa di posizione contraria ad ogni aumento, qualcuno sarebbe andato fino in fondo e l'aumento su turismo e ristorazione avrebbe fatto malissimo soprattutto a Firenze e al suo turismo”, conclude Toccafondi.

Sulla stessa linea il referente di Avanti Firenze, Francesco Grazzini: "Turismo, artigianato e ristorazione sono perni fondamentali su cui si fonda l'economia fiorentina. L'aumento dell'IVA su questi settori (dal 10 al 13%) sarebbe stato profondamente dannoso per tutti gli operatori del settore sul territorio. Ma soprattutto avrebbe colpito le famiglie: i 23 miliardi di aumento prospettato infatti avrebbero colpito non solo le attività, ma anche la quotidianità, aumentando le spese di ogni famiglia di circa 600 euro annui", sottolinea infine Grazzini.

Redazione Nove da Firenze