Terremoto in Cile: Toscana a Santiago con la Geotermia

Forte sisma in America Latina, immediato l'Allarme Tsunami poi rientrato


 All'alba il Cile ha tremato, una scossa di 8,3 di magnitudo ha creato il panico mentre a Santiago erano le 20 di sera. Oltre un milione le persone allontanate dai luoghi evacuati. Ancora in corso la verifica dei danni e soprattutto la conta delle vittime e dei feriti.

Il Ministero degli Esteri italiano avvisa: "Un terremoto di magnitudo 8.3 della scala Richter ha colpito il Paese con epicentro nella zona di Coquimbo. Possibili successive scosse di assestamento. Si invitano i connazionali ad esercitare massima cautela, a monitorare la situazione sui media e sul sito web della protezione Civile cilena http://www.onemi.cl/alertas/ ed a seguire le indicazioni delle Autorità locali.
In caso di emergenza, contattare l’Ambasciata d’Italia a Santiago al numero 0056978098998".

La Toscana è presente in America Latina con una mostra appena aperta. “Geotermia: la energia italiana desde il corazon del Planeta” è questo il titolo della mostra dedicata alla geotermia toscana, l’energia italiana che proviene dal cuore del pianeta, in occasione dell’iniziativa “L’Anno dell’Italia in America Latina” promossa dal Ministero degli Affari Esteri italiano.

La mostra è stata inaugurata presso il Museo Interactivo Mirador (MIM) di Santiago del Cile e si propone di aiutare i visitatori a conoscere, sperimentare e scoprire i principi scientifici della geotermia, energia rinnovabile scoperta in Toscana il cui know how viene sviluppato da Enel Green Power nelle aree di Larderello, Castelnuovo Val di Cecina, dell’Amiata, di Monterotondo Marittimo, Monteverdi Marittimo, Montieri, Radicondoli, Chiusdino e di tutti i territori geotermici compresi tra le province di Pisa, Siena e Grosseto. Con la sua esperienza di più di 100 anni nella geotermia in Toscana, infatti, Enel Green Power è leader mondiale del settore ed è l’unico operatore in grado di coprire l’intero ciclo del progetto, dalla fase di esplorazione alla costruzione e gestione degli impianti. In Toscana, la Società gestisce impianti geotermici per una capacità installata di oltre 760 MW.

La mostra, che farà tappa anche in Messico, Perù e Colombia, rimarrà al MIM fino al 30 settembre e racconta attraverso immagini, touch screen e video molto suggestivi la storia, lo sviluppo e l’attualità della geotermia con i borghi, i territori e gli impianti della Toscana protagonisti nelle capitali dell’America Latina. La mostra sarà integrata con molte altre attività, quali seminari, workshop e stage in Italia per gli studenti. Inoltre, Enel Green Power collaborerà alla realizzazione di una sezione sull’energia geotermica, che costituirà una parte permanente del settore energia del MIM.

"MIM partecipa a questa iniziativa, offrendo uno spazio in cui i visitatori possono conoscere di più sulla scienza, per saperne di più sulle attuali e importanti tematiche quali l'energia sostenibile in Cile", ha detto il Direttore del MIM Orieta Rojas Barlaro. "I bambini, i giovani e le famiglie, impareranno in modo didattico e innovativo la storia, lo sviluppo e le prospettive future della geotermia nel nostro paese."

"Questa mostra è una preziosa opportunità per contribuire ad aumentare la conoscenza della geotermia, una energia che in Italia ha più di 100 anni di sviluppo di successo alle spalle," ha dichiaratoMaurizio Bezzeccheri, responsabile di Enel Green Power in America Latina. "Questa mostra è particolarmente importante per il Cile, dove quest'anno Enel Green Power porrà la prima pietra di Cerro Pabellón, primo impianto geotermico del Sud America che sarà situato in Ollagüe, nella regione Antofagasta".

La mostra Enel Green Power si basa su tre pilastri: "vedere, conoscere e imparare" e mira sia a sensibilizzare l'opinione pubblica in materia di energia geotermica sia a mettere le persone in contatto con una delle fonti di energia rinnovabili e pulite più antiche del pianeta. In Cile, l’energia geotermica non è ancora molto conosciuta, nonostante costituisca una grande potenziale risorsa peri il Paese.

Alla cerimonia di apertura hanno partecipato Jimena Jara, sottosegretario del Cile per l'energia;Marco Ricci, Ambasciatore italiano in Cile; Orieta Rojas Barlaro, direttore MIM; Maurizio Bezzeccheri, responsabile di Enel Green Power in America Latina; Salvatore Bernabei, Direttore Generale di Enel Green Power per il Cile e i Paesi delle Ande; Luca D'Agnese, direttore generale di Enersis, e Marcelo Tokman, direttore generale ENAP. Le Autorità, insieme a numerosi studenti di varie scuole cilene, hanno visitato la mostra che illustra più di 100 anni di storia geotermica che dalla Toscana raggiunge altre parti del mondo, come il Cile, ricche di questa fonte di energia rinnovabile.

Redazione Nove da Firenze