Telefono e internet in Mugello: troppi problemi di linea

Regione e Comuni moltiplicano gli incontri con i vari gestori


Incontro in videoconferenza organizzato dalla Regione tra Tim ed il Comune di Vicchio (su richiesta di quest’ultimo) per affrontare i problemi di connessione che riguardano molte aree del territorio mugellano. Segue quello che si è svolto qualche giorno fa tra Vodafone ed i Comuni di Marradi, Palazzuolo sul Senio e Firenzuola. Presto altra riunione anche con WindTre.

“Il problema della connettività in Mugello – afferma l’assessore alle infrastrutture digitali Stefano Ciuoffo – è complesso e ci stiamo lavorando insieme ai comuni e agli operatori. Basti pensare anche a Galliano, frazione di 1500 abitanti di Barberino di Mugello che non è coperta da nessun segnale di nessun operatore, né per la fonia mobile né per navigare su internet, pur distando appena appena 9 km dal capoluogo Barberino e 10 km dall’Autodromo Internazionale del Mugello dove, in entrambi i casi, naturalmente, la connessione c’è, sia mobile che fissa. È una zona morfologicamente frastagliata e spesso oggetto di eventi climatici avversi che incidono sulla numerosità dei guasti, ma si deve comunque trovare una soluzione perché essere connessi corrisponde oggi tra poter o meno lavorare, studiare, vivere. L’impegno di Tim, il maggiore operatore presente sul territorio, è avere un maggior rapporto con il territorio”. Nei giorni scorsi analoga riunione si è svolta tra i sindaci di Marradi, Palazzuolo sul Senio e Firenzuola e Vodafone. “Nei prossimi giorni – aggiunge Ciuoffo - avremo un incontro con WindTre. La Regione attraverso il proprio Piano BUL - Banda Ultra Larga con Open Fiber sta monitorando che i lavori di connessione con la fibra vadano spediti. Nei prossimi giorni convocheremo un tavolo con Anci, le compagnie telefoniche ed i comuni coinvolti per affrontare il problema delle aree 'bianche' della telefonia mobile in modo complessivo”.

“Un incontro sostanzialmente positivo – commenta il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa - e ringrazio la Regione per averci messo in contatto diretto con Tim per far presente le importanti difficoltà di connessione che abbiamo sul nostro territorio. E contestualmente ringrazio il referente di Tim che ci ha dato i suoi riferimenti per avere un contatto diretto con l’azienda”. “Questo territorio - prosegue il sindaco - purtroppo sconta gravissime difficoltà di accesso alla linea telefonica sia fissa che mobile. Su quella fissa, che vuol dire anche internet, i guasti sono settimanali, ma devo dare atto al corretto approccio di Tim che ogni volta cerca di risolvere il problema. Spesso però cittadini e aziende rimangono senza collegamento per decine di giorni a causa dei tempi lunghi di riparazione. A parte il capoluogo tutte le frazioni (Gattaia, Caselle, Santa Maria, Casole, Villore) in sostanza non hanno linea fissa costante e neanche copertura da rete mobile: fatto che si ripercuote in modo negativo per le attività imprenditoriali che provano a lavorare qui, ma che prima o poi scelgono di spostarsi altrove favorendo così lo spopolamento dei comuni montani”.

Redazione Nove da Firenze