Tavolini e sedie all'aperto, a Firenze oltre 700 domande

C'è tempo fino al 30 giugno per presentare domanda per chi intende utilizzare posti auto in Ztl e fino al 7 luglio per chi utilizza posti auto fuori dal centro


Il grande piano straordinario per tavolini e sedie fuori dai locali, lanciato lo scorso maggio per permettere la ripresa economica e per garantire maggiore sicurezza ai clienti di bar e ristoranti, e non solo, sta funzionando. Sono oltre 700 i procedimenti attivati in un mese presso gli uffici di Palazzo Vecchio, di cui la grande maggioranza (quasi 500) sono fuori dal centro storico. Per l’83% delle pratiche presentate vale un modello “semplificato” e le altre domande sottoposte a autorizzazione sono esaminate dalla task force del Comune.

Vista la grande partecipazione delle attività economiche a questa concessione straordinaria che è valida fino a settembre per l’emergenza post coronavirus, l’assessore al commercio Federico Gianassi, insieme agli uffici, ha deciso di stabilire la scadenza del 30 giugno per presentare la richiesta di suolo pubblico che prevede l’uso degli stalli di sosta all’interno della Ztl e del 7 luglio per presentare la richiesta di suolo pubblico che comporta l’uso degli stalli di sosta fuori dal centro storico. Resta invece senza scadenza la richiesta di installare sedie e tavolini per chi non utilizza stalli di sosta. “Siamo molto soddisfatti della partecipazione delle attività economiche a questa iniziativa – ha detto l’assessore Gianassi – che in meno di un mese ha permesso a moltissime attività di mettere gratuitamente sedie e tavolini fuori dai locali per garantire maggiore sicurezza ai loro clienti e ricominciare a lavorare. Vista la grande partecipazione, per andare incontro anche ai residenti di tutta la città, abbiamo deciso di mettere un termine di presentazione delle domande per chi chiede l’uso di stalli di sosta”. 

Redazione Nove da Firenze