Tav di Firenze e Stazione Foster: niente stipendio, è sciopero

L'incontro in Prefettura tra le parti sulla vertenza non offre garanzie sul pagamento degli stipendi


 Sciopero al cantiere Foster per la Tav di Firenze, manca infatti il pagamento dello stipendio di febbraio e c'è grande preoccupazione per il pagamento del lavoro svolto a marzo.
I cantieri non sono fermi, procedono i lavori in via Circondaria dove nascerà l'Hub di interscambio tra Alta Velocità e mobilità locale su gomma.
Poche ore fa la Regione Toscana di rientro da Roma invitava a proseguire l'opera dietro la spinta di una positiva conclusione per la questione terre da scavo. I Comitati invitano a chiudere definitivamente i cantieri

Oggi in Prefettura si è svolto un incontro tra istituzioni, Nodavia (Condotte), Rfi e Cgil-Cisl-Uil di categoria.
Al centro della discussione, il mancato pagamento dello stipendio di febbraio: tuttavia, "ai lavoratori non sono arrivate garanzie su quando sarà pagato, mentre sta per essere maturato anche un secondo mancato pagamento di uno stipendio, quello di marzo" fanno sapere i sindacati.

Per questo i lavoratori in assemblea hanno deciso per mezza giornata di sciopero oggi; e sciopero sarà anche domani martedì martedì 27 marzo, e nell’occasione le maestranze coi sindacati saranno in presidio davanti alla sede di Rfi in viale Rosselli dalle 8:30. Se non arriveranno novità, previsto sciopero anche mercoledì 28 marzo.

Redazione Nove da Firenze