Rubrica — L'Amministratore Risponde

Tabelle millesimali: se un condomino abita in due appartamenti uniti

Se sono due unità immobiliari catastalmente è corretto che nelle tabelle millesimali siano indicate come tali. Nelle riunioni il condomino varrà come una "testa" sommando i millesimi


Gentile Dottore,

nel condominio in cui vivo hanno redatto nuove tabelle millesimali. Un condomino soggiorna in due appartamenti uniti, che al catasto risultano separati come subalterni aventi diverso numero. Rispetto alle tabelle precedenti, nelle nuove tabelle a lui vengono attribuite due unità abitative. Il condomino protesta dicendo di avere un solo citofono, un solo collegamento per il gas etc. Ha ragione lui o hanno fatto bene i tecnici incaricati della stesura? La ringrazio vivamente per l'attenzione che vorrà dare al mio quesito.

Paolo

Salve,

se sono due unità immobiliari catastalmente è corretto che nelle tabelle millesimali siano indicate due unità immobiliari. In sede di riunione per le votazioni lui varrà come una testa per la somma dei millesimi delle due unità.

Andrebbe approfondita la questione di un unico allaccio gas e citofonico che non è corretta. Saluti

Marco Suisola

L'Amministratore Risponde — rubrica a cura di Marco Suisola

Marco Suisola

Marco Suisola — Il dottor Marco Suisola, svolge l’attività di Amministratore di Condominio a livello professionale dal 1999. Laureato presso l'Università di Firenze, è esperto giuridico immobiliare. Associato alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa socio fondatore della Confartamministratori. Attualmente nel CdA ricopre il ruolo di Tesoriere. Svolge con regolarità l’aggiornamento professionale previsto per normativa dalla legge 140/201414. Ha la qualifica di Revisore condominiale, Consulente tecnico di ufficio in ambito condominiale ed una formazione in diritto condominiale presso l’Università di Firenze.

E-mail: nove@nove.firenze.it