Rubrica — La tavola toscana

Streetfood Village: edizione no-Covid questo weekend a Arezzo

Dal 25 al 27 settembre 2020 l’evento degli eventi segna la rinascita del settore. All'11^ edizione al Prato 16 operatori e tre eventi in uno: venerdì e sabato Truxelection per votare truck e cibi di strada in The 50s, domenica a tema anni ‘50


Dal 25 al 27 settembre Streetfood, Quello con la Tendina, torna per l’undicesima edizione al Parco Il Prato di Arezzo con Streetfood Village per un appuntamento “uno e trino” in quanto racchiude anche i due format di eventi di quest’anno che a causa dell’emergenza Covid19 e relativo Lockdown non hanno potuto avere luogo: Streetfood Truxelection e Streetfood in the 50s a marzo e a maggio scorsi.

“Dopo il normale letargo invernale - dichiara il patron e presidente dell’Associazione Streetfood Massimiliano Ricciarini - ci apprestavamo a inaugurare il nostro terzo appuntamento (ma primo in ordine di tempo) a marzo a Campo di Marte, con un nostro nuovo format di evento: Truxelection, per far votare cibi e food truck (autonegozi) al pubblico in una zona di Arezzo che ne ha bisogno: i giardini di Campo di Marte e Parco del Pionta. Ma la chiusura totale per emergenza Covid ha paralizzato noi organizzatori come tutte quelle attività ambulanti legate indissolubilmente al mondo degli eventi (musica, cibo, sport e altro) e che da quelli non possono prescindere. Dal 25 al 27 settembre pur con tutti i limiti imposti dalle norme anti Covid riproporremo quei format riunendoli nello stesso fine settimana. 16 gli artigiani del gusto presenti.

“Saranno 16 attività streetfood- descrive ancora Ricciarini - da ogni parte d’Italia. Circa 10 in meno rispetto al solito parterre degli anni passati. Una decisione sofferta ma che tende la mano alla necessità di lavoro delle attività coinvolte e permette di gestire meglio l’evento dal punto di vista della sicurezza e delle norme anti-covid. 11 operatori della sicurezza tra steward e carabinieri in congedo vigileranno per garantire la sicurezza e per il distanziamento sociale per evitare assembramenti. Il personale addetto alla pulizia dell’area di evento santificherà anche i tavoli e panche dove si siede il pubblico. Distanziatori del pubblico dagli stand e truck, Cartelli informativi su norme anti covid e gel santificante a disposizione di tutti faranno il resto”.

Venerdì 25 settembre Ouverture Streetfood Village 11ma edizione - Il primo giorno dalle ore 17 si aprono i truck e stand della storica edizione legata al cibo di strada.

Sabato 26 settembre Streetfood Truxelection - Stand e truck aperti dalle ore 11 alle ore 24 - il pubblico potrà ammirare i truck e gli stand presenti e assaggiare le prelibatezze da 16 artigiani del gusto - commenti, foto e giudizi potranno essere postati sulla pagina Facebook dell’evento “Arezzo Streetfood Village 2020” e su Instagram “Streetfood Italia”. dalle ore 18 arrivo delle auto e moto storiche del Club Il Saracino di Arezzo che saranno poi in mostra permanente fino a domenica 27.

Domenica 27 settembre Streetfood in the 50s - Stand e truck saranno aperti dalle ore 11 alle ore 24 - Tutto sarà in tema anni ’50 dalla musica in diffusione, alle auto e moto e anche il pubblico potrà acconciarsi e vestirsi alla moda dell’epoca.

Gli ineguagliabili numeri di Streetfood. Dodici anni di attività per l’Associazione che può vantare numeri importanti per il settore. A partire dagli eventi che negli anni hanno toccato oltre 120 città italiane, portando in degustazione centinaia di cibi di strada italiani e non solo, raggiungendo, si stimano, circa 7 milioni di appassionati negli oltre 460 eventi messi in piedi. A questi eventi vanno aggiunti, oltre alla somministrazione di cibi “certificati”, anche attività culturali collaterali, come le visite guidate ai centri storici delle città che hanno ospitato i cosiddetti “Streetfood Village”, ma anche convegni, seminari e master di approfondimento. Oltre a questo sono decine le tesi di laurea alla quali l’associazione ha contribuito, centinaia i professionisti aiutati a entrare in questo settore partendo da zero.

Redazione Nove da Firenze