Strada Volterrana a Gambassi, botta e risposta Gandola-Campinoti

Il consigliere metropolitano di Forza Italia aveva sollevato il problema della manutenzione: "Fatto molti interventi, non abbiamo bisogno di "scopritori di acqua calda", replica il sindaco. La controreplica: "Nessuna critica a senso unico, non si agiti inutilmente perché siamo dalla stessa parte"


"Area periferica non significhi area destinata a subire e restare indietro, la manutenzione stradale a Firenze, Marradi o Gambassi sia la medesima – così Paolo Gandola, Consigliere metropolitano di Forza Italia – Centrodestra per il cambiamento che nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo a Gambassi Terme invitato da alcuni cittadini esasperati che quotidianamente passano sulla SP4 – Volterrana, una via di comunicazione fondamentale per il territorio.

La strada – denuncia il consigliere metropolitano – è certamente un fondamentale collegamento per Gambassi Terme, ma in più punti e per diversi chilometri soffre di gravi carenze manutentive che con il passare dei giorni e dei mesi si mostrano con sempre maggiore vigore.

Negli ultimi anni la Città Metropolitana – evidenzia Gandola – si è concentrata su quella che è la cartellonistica stradale e la segnaletica orizzontale, ma è evidente che tutto ciò non basti e sia del tutto insufficiente per porre rimedio alle ormai gravi carenze della strada. Serve un immediato progetto di sistemazione dell’asfalto della strada, ma anche delle valutazioni geologiche e geognostiche su vari punti del tracciato, ove si evidenziano dei cedimenti palesati da importanti crepe nell’asfalto. Nessun allarme, sia chiaro, ma una necessaria manutenzione, nonché un’altrettanta necessaria prevenzione, su di un territorio che per natura orografica e morfologica è certamente a rischio.

La buona notizia - rivela il consigliere metropolitano - è che la Città Metropolitana, probabilmente, riceverà durante questa annualità delle ingenti risorse dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e che quindi si sarà in grado di programmare seriamente ed intervenire sulle carenze più gravi, ma serve un salto di qualità che porti ad una definizione di un piano di interventi strutturali complessivi che imponga anche l’aiuto economico-finanziario della Regione Toscana.

Da questo punto di vista, solleciterò gli uffici metropolitani affinché evidenzino con chiarezza i punti di intervento più prioritari e non più rinviabili chiedendo di mettere a disposizione del Consiglio metropolitano e delle relative commissioni una relazione dettagliata che mostri con dati certi le reali esigenze manutentive dell’intero tracciato stradale.

Il Comune di Gambassi Terme, sebbene periferico rispetto al Capoluogo e al baricentro metropolitano, merita rispetto e salvaguardia ed è per questo che la nostra attenzione in merito non verrà meno nei prossimi mesi", conclude Gandola.

Questa l'energica replica del sindaco di Gambassi Terme, Paolo Campinoti:

Ecco il consigliere provinciale di F.I. che viene a spiegarci che la Volterrana ha bisogno di interventi. Non ce ne eravamo accorti. Pare sia stato chiamato da solerti cittadini.Bene, mi fa piacere che si remi tutti nella stessa direzione, visto che c'è tanto da fare sulla nostra Volterrana. Purtroppo, piombare così dal nulla sul nostro territorio, comporta che qualcosa possa sfuggire. Come il fatto che finora:▪️siano stati tolti tutti gli ammaloramenti da Boscotondo al confine con Volterra▪️siano stati risolti i pericolosi avvallamenti tra la Sciolta e Osteria Nuova▪️sia stato rifatto tutto il tratto di Santa Cristina che era impraticabile▪️sia stata ripristinata la frana in località Camporbiano Sassi Bianchi▪️sia stata ripristinata tutta la circonvallazione del capoluogo▪️sia stata prontamente ripristinata la frana in corrispondenza della Pieve▪️sia stato ripristinato il sistema scarichi acque reflue su gran parte del tratto stradale SP4 (così è la sigla della Volterrana)▪️sia in costruzione un camminamento che collegherà il Capoluogo al Poggio all'Aglione lungo la Volterrana▪️siano stati risolti tutti gli ammaloramenti sulla SP64 (Certaldese)..e tutte queste cose che, credetemi, non sono poche, sono state fatte anche perché l'attenzione della amministrazione comunale è stata, è e sarà sempre massima e le comunicazioni e le richieste ufficiali verso la Città Metropolitana sono costanti. Quindi va benissimo essere in molti a perorare la giusta causa del pronto ripristino della strada ma non abbiamo bisogno di "scopritori di acqua calda" pronti a cavalcare l'onda delle attenzioni che altri mettono da anni sul problema.

La controreplica di Gandola: "Ho letto con stupore ed anche un po' attonito la stonata replica del sindaco di Gambassi Terme al mio sopralluogo sulla Sp4. Dal sindaco mi aspetto rispetto per il ruolo che rappresento, non sterili ed inutili attacchi che contribuiscono ad isolare la città. Serve collaborazione".

"Nutro grande consapevolezza del mio ruolo istituzionale - spiega il consigliere metropolitano - il mio comunicato in alcun modo ha voluto significare una critica a senso unico contro l’amministrazione di Gambassi Terme, anzi. Il sindaco dovrebbe casomai essere contento che un membro delle istituzioni metropolitane (spesso considerate lontane), sia pur di opposizione, guardi con vivo interesse al suo bel territorio. Gambassi Terme, così come ho scritto, rappresenta un territorio che merita rispetto, considerazione ed il massimo impegno da parte dell'istituzione metropolitana. In nessun modo ho fatto riferimento, neppur per sbaglio, al lavoro dell’amministrazione comunale anche se il velato e accecato "attacco" del primo cittadino nei miei confronti non mi conforta. Nello specifico, nessuna scoperta dell’acqua calda, ho approfondito ampiamente la questione di rango metropolitano prima di intervenire e prima di svolgere il sopralluogo il loco. Gli uffici metropolitani, gli unici di mia competenza, mi hanno specificato gli interventi messi in campo e tutti possiamo concordare che non siano sufficienti a colmare i problemi che attanagliano l’arteria Volterrana. Ne siamo tutti consapevoli e nessuno ha il prosciutto sugli occhi. Ho anche evidenziato, e nei prossimi mesi sarò attento affinché tutto questo accada, che la Città Metropolitana probabilmente risulterà assegnataria di diverse risorse MIT e ho affermato che una buona dose debba andare proprio nella direzione di sistemare le ancora tante questioni irrisolte della SP4. Insomma - aggiunge Gandola - consiglio al sindaco di non agitarsi inutilmente: siamo dalla stessa parte, fare in modo che anche a Gambassi - che in troppi considerano un territorio estremamente periferico rispetto all'area metropolitana - giungano risorse utili a risolvere annosi problemi legati alle strade. Per uscire da questo isolamento, consiglio al Sindaco un linguaggio più consono al ruolo che rappresenta perché fare della pessima ironia su di un Consigliere metropolitano che fa il suo lavoro non le fa onore". 

Redazione Nove da Firenze