​Storia militare e dintorni: conflitti dopo la Seconda Guerra Mondiale

24 ° ciclo di incontri a cura dell’Unuci. Il Generale Cirneco ideatore dell’iniziativa. Tra i relatori il Comandante dell’Istituto Geografico Militare


UNIONE NAZIONALE UFFICIALI IN CONGEDO D’ITALIA SEZIONE DI FIRENZE — Un’occasione di incontro. Un reale momento di crescita culturale: per comprendere, anche dalla storia, il vero senso del presente. E’ questo l’obiettivo dell’evento promosso, anche per il 2018, dall’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia sezione di Firenze.

Il presidente del sodalizio, Generale Calogero Cirneco, ideatore e promotore dell’iniziativa, ha ancora una volta raggruppato studiosi e esperti di argomenti militari per mettere a fuoco una tematica di grande rilievo: “I conflitti dopo la 2^ Guerra Mondiale”. Accanto a loro i media partner: "Nove da Firenze" e "Radio toscana".

Un tema di rilievo al centro del dibattito dunque con conferenze che, ospitate presso la sala polifunzionale del complesso alloggiativo del Circolo Unificato dell’Esercito, sono già incominciate in ottobre e si protrarranno fino al prossimo 21 novembre. Ospite di rilievo, tra gli altri, proprio nell’appuntamento di oggi pomeriggio, il Generale di Divisione Pietro Tornabene, comandante dell’Istituto Geografico Militare nonché nuovo responsabile militare del presidio fiorentino. Al vertice dell’ente cartografico di Stato, reale eccellenza dell'Esercito Italiano,  il compito di trattare la tematica “1991-1999: la dissoluzione della Yugoslavia”.

L’ultimo appuntamento è previsto per il 21 novembre con l’ammiraglio di Squadra Ferdinando Sanfelice di Monteforte (ris) che si concentrerà su “La guerra dell’Ussuri”.

Con inizio alle 17.30, il ciclo di incontria ad invito ed è stato inaugurato il 3 ottobre con l’intervento dell’Ammiraglio (ris) Ramoino che ha approfondito la tematica relativa a “1950 – 1954: La Guerra di Corea”. Momento significativo il giorno 7 novembre quando il Generale di Divisione Carlo Lamanna, attuale Comandante della Divisione Friuli, ente del capoluogo toscano, ha trattato il tema “Conflittualità Arabo – Israeliana, con particolare riguardo alla situazione Libanese”.

Parole di soddisfazione da parte del generale Cirneco: “questa nostra iniziativa, che si protrae da anni, ci permette di mettere a confronto esperti della materia nonché profondi conoscitori della storia. E’ per me una grande soddisfazione riscontrare che i temi trattati riscuotono sempre un grande interesse da parte del pubblico presente”.

Il tutto per approfondire pagine del nostro passato che hanno segnato le vicende del nostro Paese e continuano, ancora oggi, a far discutere risultando di estrema attualità per importanza dei contenuti e valore della prospettiva di rilettura.

Redazione Nove da Firenze