Rubrica — Fiorentina

Stadio, la Soprintendenza valuta il progetto viola: c'è ottimismo

Stamani l'incontro tra Pessina, Nardella, Commisso e l'architetto Casamonti. In serata il patròn viola (che inviterà Berrettini al Franchi) e Alia Guagni hanno ricevuto il Torrino d'Oro


Giornata intensa per Rocco Commisso. In mattinata il patròn viola ha incontrato in Palazzo Pitti il soprintendente Pessina e il sindaco Nardella per la questione dello stadio. Con loro, i rispettivi staff e l'architetto Casamonti, il cui progetto (che prevede l'avvicinamento delle curve al campo e la copertura) potrebbe essere quello giusto. La Soprintendenza non si è sbilanciata, perché come noto il Franchi è monumento nazionale e per dire sì occorrerà valutare molti aspetti. L'impressione è che la risposta non sarà velocissima ma almeno entro la fine di settembre potrebbe arrivare. Filtra un certo ottimismo ma non c'è nulla di scontato.

Il pranzo di Commisso è poi stato tinto di viola e rosa: lui e il figlio Joseph infatti hanno mangiato assieme alle ragazze della Fiorentina Women, in un'atmosfera molto piacevole che promette bene per questa squadra che negli ultimi anni è stata quella che ha dato più soddisfazioni ai tifosi viola e ora è attesa dalla partita cruciale contro l'Arsenal in Champions League. 

La sera poi il patròn viola, arrivato con la moglie Catherine oltre al braccio destro Joe Barone, è stato insignito del Torrino d'Oro, in piazza Cestello, assieme ad Alia Guagni, capitana proprio della squadra femminile. Tra l'altro Commisso ha detto che inviterà allo stadio Matteo Berrettini, il tennista italiano approdato alla semifinale degli Us Open (contro Nadal domani) e dichiaratamente tifoso viola. Anzi, dato che sta per partire verso gli States, non è detto che non faccia direttamente un salto a Flushing Meadows per vedere di persona la partita...

Fiorentina — rubrica a cura di Antonio Patruno

Antonio Patruno

Antonio Patruno — Giornalista professionista. Ha lavorato a La Nazione e poi alla redazione del Giornale della Toscana. Ha studiato Lettere classiche all'Università degli Studi di Firenze

E-mail: nove@nove.firenze.it