Sponda sinistra dell’Arno, sopralluogo al cantiere del Consorzio di Bonifica

In vista nuovi accessi e percorsi sugli argini tra Argingrosso e Fonderia


Continua il lavoro di manutenzione e cura dell’Arno all’interno dell’abitato di Firenze: negli ultimi giorni uomini e mezzi del Consorzio sono intervenuti in sponda sinistra tra l’Argingrosso e via della Fonderia. A verificare l’andamento dei lavori sono stati nel corso di un sopralluogo il presidente del Consorzio Marco Bottino, l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re e il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni.

Sull’Arno lungo via della Fonderia, dopo che negli scorsi mesi si era provveduto al completo restauro delle murature di sponda appena sotto i giardini di Santa Rosa – in accordo con la Soprintendenza e il Genio Civile -, il Consorzio ha provveduto a risistemare la viabilità carrabile e a ripristinare tutti gli accessi pedonali verso la golena sia ad uso del campo gara pesca FIPSAS che della pubblica fruibilità.

Sull’Arno all’Argingrosso invece è stato fatto un importante lavoro di ringrossamento e di adeguamento della viabilità arginale per una migliore e maggiore manutenzione ma anche in questo caso per la fruibilità pubblica. Dunque, un nuovo tratto di percorso sull’Arno, laddove c’era un argine non passeggiabile adesso sarà transitabile dai mezzi di bonifica e dalle persone.

“Per questo intervento del valore di circa 40 mila euro – ha spiegato il presidente del Consorzio Marco Bottino – sono state impiegate terre di deposito rimosse poco più avanti alla confluenza con la Greve, dunque un lavoro a km 0, di grande rispetto e pregio ambientale; con questa nuova sistemazione sarà ora possibile per noi eseguire gli sfalci più facilmente dalla sommità arginale e non più dalla strada mentre i fiorentini avranno una nuova opportunità per una passeggiata nel verde in città”.

“Dopo il recente completamento della messa in sicurezza del tratto finale del Mensola che confluisce in Arno – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re -, il Consorzio di Bonifica prosegue con le opere per i nuovi accessi e percorribilità sugli argini in sponda sinistra dell’Arno tra Argingrosso e Fonderia. Interventi che permettono di riqualificare e rilanciare la vivibilità del fiume, arginando il rischio idraulico e confermando quanto questi investimenti siano importanti per il nostro territorio e la sicurezza dei cittadini”.

“Sono piccoli interventi molto importanti che aumentano la fruibilità di luoghi naturalmente belli e del nostro fiume – ha detto il presidente Dormentoni -, quindi la qualità della vita nel nostro quartiere. Aumentano inoltre la capacità di presidio e controllo da parte dei cittadini oltre alle opportunità di spostarsi con la mobilità elementare, pedonale e ciclabile, che è un obiettivo ancora più fondamentale nella nuova fase post emergenza covid”.

Redazione Nove da Firenze