Mare toscano, la stagione è salva: risanati 34 km di litorale

Regione soddisfatta: a 6 mesi dalle pesanti mareggiate le spiagge sono state ripristinate con 14,5 milioni di investimenti. Rossi: "Grazie anche ai Comuni e ai responsabili degli stabilimenti balneari"


(DIRE) Firenze, 13 giu. - A sei mesi dalle pesanti mareggiate che hanno devastato alcuni tratti importanti della costa toscana da Massa fino a Capalbio (Grosseto) per il presidente della Regione, Enrico Rossi, è arrivato il momento di dire missione quasi compiuta. I 34 chilometri di litorale danneggiato dal maltempo sono stati risanati grazie a 39 interventi di ripristino e 14,5 milioni di investimenti per il ripascimento degli arenili. La stragrande maggioranza delle opere risulta conclusa. Mentre gli altri lavori stanno per partire o sono già in corso. E il governatore Rossi traccia un bilancio positivo sia dei risultati in sé che del metodo adottato di collaborazione fra Regione e amministrazioni comunali: "Sei mesi fa qua era un disastro, abbiamo promesso che saremmo intervenuti e lo abbiamo fatto con oltre 14 milioni", rivendica nel corso di un sopralluogo a Piombino, in località Perelli. I lavori, rileva, "sono partiti ovunque e abbiamo dimostrato di fare seriamente le cose".

L'implicazione diretta è il salvataggio della stagione turistica: "Esprimo il mio apprezzamento nei confronti dei responsabili degli stabilimenti balneari che hanno ricostruito velocemente- aggiunge infatti Rossi-. Possiamo dire che può partire una bella stagione balneare e per questo esprimo la mia soddisfazione".

La mitigazione del rischio legato all'erosione costiera, del resto, "può non solo produrre benefici ambientali, ma anche un sostegno determinante allo sviluppo economico della costa".

La Giunta regionale e il governatore vogliono adesso rendere questa cornice di lavoro permanente. L'idea è di permettere agli enti locali di realizzare interventi annuali sia di ripascimento che di mitigazione strutturale dell'erosione costiera.

Redazione Nove da Firenze