SPC: "Palazzo Vecchio gratis alla Stanford University, perché questo regalo?"

I consiglieri di Palazzo Vecchio Bundu e Palagi sollevano il caso. "Tra i suoi docenti c'è stato Renzi e domenica sarà lettore. Ateneo ricco, non si capisce il perché della concessione gratuita se non nell'ottica di un favore tra vecchi amici". Albanese (Pd): "Polemiche senza fondamento"


(DIRE) Firenze, 20 set. - Domenica prossima nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio verrà presentato il prossimo corso della sede fiorentina della Stanford University. "Fin qui nulla di strano, se non fosse che l'utilizzo del salone viene concesso gratuitamente". 

E' quanto rivelano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi, consiglieri del gruppo Sinistra progetto comune che, in una nota, ricordano che l'università privata ha annoverato tra i suoi docenti anche il leader di 'Italia Viva' Matteo Renzi, "presente all'evento in qualità di lettore".

Per Bundu e Palagi, tuttavia, "un corso di laurea alla Stanford ha un costo superiore ai 100.000 dollari. Quindi proprio non si capisce il perché di questo regalo ad un ateneo tanto ricco, se non nell'ottica di un favore tra vecchi amici".

I consiglieri, infine, fanno notare che "la delibera con cui la giunta fa proprio l'evento, esonerando così i fruitori dal pagamento del canone di concessione, del rimborso spese forfettario e del corrispettivo per i servizi accessori, non è ancora pubblicata. Mentre lo è già la determinazione dirigenziale che a tale delibera si rifà".
(Dig/ Dire)

“L’amministrazione - replica Benedetta Albanese, vicecapogruppo Pd - quando ci sono manifestazioni aperte alla cittadinanza e gratuite, che promuovono e diffondono cultura, concede abitualmente gli spazi senza richiedere il pagamento di un canone, aldilà dei singoli organizzatori. E così è avvenuto per quanto riguarda l’evento di domenica. Dai consiglieri di Sinistra Progetto Comune, quindi, polemiche senza fondamento”.

Redazione Nove da Firenze