Sovraffollamento tramvia: per la Cgil è una "situazione insostenibile"

Per il sindacato è necessario "aprire un confronto Comune-Gest-parti sociali”. Tra gli obiettivi anche "il miglioramento alle condizioni dei lavoratori, a cominciare dallo sgravio dell'orario medio di guida degli autisti"


Firenze, 17-9-2019 - Vetture stracolme in alcuni orari, banchine sempre più affollate con conseguenti possibili rischi di sicurezza, file di comitive che fanno il biglietto alla fermata: la situazione sta diventando insostenibile, per questo la FILT CGIL saluta con favore la ripresa di un dibattito sulla stampa cittadina circa il problema del sovraffollamento delle vetture tranviarie e delle banchine di attesa, già più volte da noi denunciato sia in occasioni pubbliche, sia nei tavoli di confronto.

"Come FILT CGIL  - recita un comunicato firmato Filt Cgil Area Metropolitana Fi-Po-Pt - riteniamo necessario, d'altra parte, che la politica intervenga sulle questioni che interessano la mobilità e la viabilità collettiva; i temi della mobilità cittadina non possono anch'essi essere bloccati nell'attesa dell'esito della gara regionale TPL. Riteniamo opportuno però, che allo stesso modo ogni iniziativa debba essere in armonia con gli interessi collettivi della città e porti un miglioramento alle condizioni dei lavoratori, a cominciare dallo sgravio dell'orario medio di guida degli autisti di GEST".

In conclusione, la FILT CGIL si rende disponibile alla massima collaborazione, auspicando che "il confronto tra amministrazione comunale e Gest si allarghi alle parti sociali e possa svilupparsi nel modo più costruttivo (tanto più che il tema non riguarda solo la categoria ma l’intera cittadinanza), e che metta al centro l’incremento del trasporto pubblico locale nella svolta “green” più volte citata come obiettivo dell'Amministrazione Comunale".

Redazione Nove da Firenze