Sicurezza stradale: due incidenti risolti grazie alle telecamere

I sinistri sono avvenuti il 29 dicembre in via Sant’Onofrio e il 6 gennaio in viale Morgagni. Multati dalla Polizia Municipale alla guida di veicoli con patente scaduta dal 2013 e senza assicurazione dal 2018


Due incidenti, di cui uno con fuga, risolti dalla Polizia Municipale anche grazie all’utilizzo delle telecamere. Il primo sinistro risale a 29 dicembre quando una pattuglia dell’Autoreparto intorno alle 11 è intervenuta in via Sant'Onofrio per i rilievi di un incidente solo danni tra due auto di cui una si era allontanata senza fornire i dati all’altro coinvolto. Gli agenti hanno quindi avviato le indagini per risalire al fuggitivo e anche grazie alle immagini riprese dalle telecamere sia del Commissariato di Polizia Oltrarno che della Centrale Operativa della Polizia Municipale, hanno ricostruito la dinamica e risaliti al conducente. Per quanto riguarda la dinamica le due auto, una Lancia Musa e una Volkswagen Polo, stavano transitando sulla strada quando la Polo nel superare un autobus fermo alla fermata si è spostata a sinistra sulla carreggiata senza mettere la freccia. Così facendo è andata a urtare la Lancia che poi si è allontanata senza fornire i dati mentre la conducente della Polo, una 52enne di fuori Firenze, è rimasta sul posto dove l’hanno trovata gli agenti intervenuti. Dalla targa ripresa dalle telecamere la Polizia Municipale è risalta alla persona alla guida della Lancia. Si tratta un 75enne, che lui non residente a Firenze che, contattato dagli agenti, ha dichiarato di essere il conducente esclusivo dell’auto. Per lui è scattata la sanzione per essersi allontanato dopo un incidente solo danni (330 euro) e il taglio di 4 punti sulla patente. La conducente della Polo invece è stata multata per aver effettuato una manovra senza tener conto della posizione degli altri veicoli e senza azionare la freccia (84 euro e 4 punti/patente).

L’altro incidente invece risale al 6 gennaio ed è avvenuto all’incrocio tra viale Morgagni e via Dino del Garbo. Due i veicoli coinvolti, una Mini One condotta da una 45enne cittadina moldava e un Fiat Ducato con alla guida un 32enne cittadino albanese rimasto leggermente ferito, ma nessun testimone per ricostruire la dinamica. Gli agenti dell’Autoreparto hanno quindi visionato le immagini delle telecamere nelle quali è emerso chiaramente cosa è successo ma non il colore dei semafori delle direttrici interessate. Ma questo non li ha scoraggiati e guardando attentamente il video hanno notato che un palo della illuminazione pubblica di via Dino del Garbo rifletteva la luce della lanterna semaforica. E quindi hanno potuto ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente: ovvero che la conducente della Mini in transito in viale Morgagni verso Careggi all'altezza di via Dino del Garbo è entrata nell’incrocio nonostante il semaforo rosso. Così facendo ha urtato il furgone che stava arrivando da via Dino del Garno diretto verso via Santo Stefano in Pane. A seguito dello scontro l'autocarro è finito sul viale Morgagni occupando parzialmente la sede tramviaria. Per la donna è scattata la sanzione da 167 euro con taglio di 6 punti/patente, l’uomo è stato medicato in ospedale e giudicato guaribile in 4 giorni.

Continua l’attenzione della Polizia Municipale sulla sicurezza stradale. Nei giorni scorsi gli agenti del Reparto di Rifredi hanno effettuato una serie di controlli mirati grazie ai quali hanno scoperto due conducenti alla guida rispettivamente senza patente dal 2013 e senza assicurazione dal 2018. Protagonista del primo caso è un fiorentino fermato dalla Polizia Municipale alla guida di uno scooter di grossa cilindrata. L’uomo ha esibito una patente scaduta dal 2013 e mai rinnovata e si è giustificando dicendo di non sapere che fosse più valida. Tuttavia da un controllo approfondito è emerso che la patente era stata rinnovata per un anno dopo un ritiro per guida in stato di ebbrezza ma che l’uomo aveva saltato la visita medica di controllo per l'idoneità presso la commissione sanitaria continuando a guidare per tutti questi anni con il documento scaduto. Per questo oltre alla sanzione da 158 euro gli agenti gli hanno ritirato la patente che è stata inviata alla Prefettura. L’altro caso riguarda invece un 70nne residente a Scandicci sorpreso dalle pattuglie alla guida di una Fiat Punto senza assicurazione dall’ottobre 2018. Da ulteriori accertamenti è emerso che l’auto era sotto sequestro da febbraio 2020 proprio per la mancanza di assicurazione e l’uomo aveva l'obbligo di parcheggiare il veicolo in area privata senza utilizzo. Obbligo che però non aveva rispettato continuando a circolare. Questa volta per lui, oltre a un nuovo verbale per mancanza di assicurazione reiterata che prevede una sanzione di 1.732, sono scattati il sequestro effettivo dell'auto, che è stata portata in depositeria, e il ritiro della patente, che verrà revocata dalla Prefettura con una ulteriore sanzione da 1.984 euro. Tra altre sanzioni anche quelle a tre conducenti colti sul fatto mentre usavano il cellulare alla guida e due per mancato uso della cintura di sicurezza. Inoltre grazie alla segnalazioni dei residenti al front office del reparto sono state individuati e sequestrati quattro veicoli in sosta (due auto, un motoveicolo e un ciclomotore) senza assicurazione.

Redazione Nove da Firenze