Sicurezza stradale: controlli della Polizia municipale e maxi multe

Fermato un uomo alla guida di uno scooter senza patente, uno con la patente non in regola e uno con sei persone a bordo. Installata e attivata la nuova telecamera sulla preferenziale in viale Corsica. Poggi e Grassi: "Una buona idea trasformata in un bancomat per far cassa”


Un uomo alla guida senza patente, un altro con patente estera senza permesso ed una macchina con a bordo sei passeggeri non omologata per il trasporto di quel numero di persone. Queste alcune fra le irregolarità riscontrate dalle pattuglie dell’Autoreparto della polizia Municipale che hanno controllato alcuni veicoli in circolazione per la sicurezza sulle strade. Giovedì pomeriggio una pattuglia dell’Autoreparto ha eseguito un controllo sul conducente di uno scooter. L’uomo, uno straniero, circolava col suo motorino privo di patente perché mai conseguita e da ulteriori accertamenti è emerso che lo stesso era già stato denunciato nel 2015 per guida senza patente. Dovrà pagare quindi una sanzione da 5.110 euro e il suo mezzo è stato sottoposto a fermo amministrativo di 3 mesi. La pattuglia ha poi effettuato un controllo su un conducente alla guida di una Jeep a noleggio che transitava in Via della Scala sulla corsia preferenziale. L’uomo, un turista, ha esibito la patente di guida rilasciata dallo stato della Florida che però era non conforme alle convenzioni internazionali poiché senza permesso o traduzione. L’uomo è stato quindi sanzionato con un verbale da 409 euro per la patente non conforme e con uno da 83 euro per circolazione su corsia riservata ai mezzi pubblici. Ieri mattina invece durante un altro controllo in via Mafalda di Savoia, un’altra pattuglia ha sorpreso sei stranieri a bordo di auto straniera. Il veicolo era regolare in relazione al nuovo decreto sicurezza, ma il conducente dovrà pagare una sanzione da 42 euro con taglio di due punti patente.

"Apprendiamo con piacere del ripristino della preferenziale su viale Corsica" afferma il Capogruppo di Sinistra Italiana al Quartiere 5, Pietro Poggi, insieme al capogruppo di Firenze riparte a sinistra, Tommaso Grassi". Abbiamo spesso chiesto che si tornasse il prima possibile a riattivare tutte le preferenziali tolte durante i cantieri per la realizzazione delle nuove linee tramviarie così da garantire maggior regolarità e fluidità per il trasporto pubblico su gomma". "Spiace invece dover constatare che, nonostante le settimane trascorse tra l’installazione della nuova telecamera e l’effettiva attivazione della stessa non sia stata fatta alcuna comunicazione per informare la cittadinanza del prossimo cambio di viabilità; con le stesse modalità che hanno accompagnato questi cinque anni di cantieri l’amministrazione ha ritenuto sufficiente rilasciare un comunicato stampa sulla rete civica quando ad esempio sarebbe stato sufficiente aggiungere, ben visibile, sulla cartellonistica la scritta di 'corsia preferenziale attiva dal 10/01/19'. Altrimenti - proseguono Grassi e Poggi - la sensazione che ci sarà in chi riceverà le multe dopo la riattivazione della corsia preferenziale, dopo anni di sospensione, e l'installazione della telecamera sarà quella di aver di fronte ad un'amministrazione che usa le corsie preferenziali come un bancomat con cui far cassa sfruttando i continui cambi della disciplina della viabilità". "Sappiamo che l’automobilista è tenuto a verificare la segnaletica verticale e orizzontale presente lungo il suo percorso e comportarsi di conseguenza, ma - aggiungono Poggi e Grassi - non si può ignorare il fatto che nella popolazione modifiche ai percorsi quotidiani richiedano del tempo e che data la posizione della nuova telecamera e del relativo cartello, dietro una curva e in mezzo agli alberi, sia alquanto complicato una volta iniziata la svolta correggersi per cercare alternative senza effettuare manovre che metterebbero in pericolo sé stessi e gli altri utenti della strada". "Per questo - concludono Poggi e Grassi - siamo a chiedere che si provveda al più presto all'installazione di una segnaletica temporanea per informare con sufficiente preavviso gli automobilisti dei percorsi alternativi per giungere da via Circondaria a viale Redi". 

Redazione Nove da Firenze