Sicurezza: 46 assunzioni a tempo indeterminato della Polizia Municipale

L’assessore Martini: “Con l’aggiornamento del piano occupazionale in arrivo nuovi assunti anche nel settore della scuola e dei servizi sociali”. Al via i ‘comitati di vicinato’ di cittadini uniti. L’assessore Vannucci firma i primi protocolli: “Un controllo di comunità che affiancherà il lavoro dei vigili urbani”


Ulteriori 46 assunzioni a tempo indeterminato per la Polizia Municipale. È quanto si prevede nei prossimi mesi anche grazie all’aggiornamento del piano occupazione da poco approvato dalla giunta comunale. Complessivamente tratta di 153 contratti in vari settori dell’Amministrazione ma il contingente più corposo è quello della Polizia Municipale. Si tratta di 30 agenti e 6 ispettori che si aggiungeranno i 10 già previsti a breve sulla base del vecchio piano occupazionale, quello grazie al quale è stato bandito il concorso e sono già stati assunti 100 agenti entrati in servizio tra aprile e maggio. Per quanto riguarda gli altri settori, numerosi saranno gli assunti nell’ambito degli asili nido (8 educatori), della scuola dell’infanzia (11 insegnanti) cui si aggiungono gli esecutori dei servizi educativi (20). Importante anche il numero delle assunzioni di personale laureato negli uffici tecnici, amministrativi e nei servizi sociali (46).

“Siamo di fronte a un impegno di grande rilievo sia per i numeri sia per la qualità delle assunzioni in settori strategici per l’Amministrazione comunale come la Polizia Municipale, le scuole, i servizi sociali ma anche gli uffici amministrativi e tecnici essenziali per dare risposte ai cittadini – sottolinea l’assessore all’organizzazione e personale Alessandro Martini – . L’aggiornamento del piano occupazione rappresenta una risposta importante di grande respiro che interessa i prossimi tre anni e con cui vogliamo far fronte alle necessità impellenti per la gestione della macchina amministrativa e dei servizi legati anche ai pensionamenti. Per questo saranno banditi anche nuovi concorsi che porteranno dipendenti giovani e qualificati che daranno sicuramente un contributo importante al lavoro dell’Amministrazione. Ringrazio la direzione risorse umane e tutta l’organizzazione per il lavoro svolto e per l’ottimo piano predisposto”.

Un contributo al rafforzamento dell’organico della Polizia Municipale arriva anche dal governo. Nei mesi scorsi l’Amministrazione comunale ha presentato al Ministero dell’Interno un progetto di potenziamento delle iniziative in materia di sicurezza urbana da parte dei Comuni (fondo previsto da Decreto legge sicurezza 113 del 2018). E in questi giorni è arrivata la notizia che il progetto è stato approvato e quindi il Comune riceverà lo stanziamento di 716.400 euro per assumere 19 agenti a tempo determinato (un anno). “Sono molto soddisfatto che il nostro progetto sia stato giudicato positivamente dal Ministero e sia stato concesso il finanziamento per questi agenti a tempo determinato – aggiunge l’assessore Martini –. Si tratta di un contributo sicuramente utile che si aggiunge all’impegno dell’Amministrazione in questo senso. Un impegno che testimonia come la sicurezza dei cittadini sia per noi una priorità e che per questo continueremo a investire per potenziare l’organico della Polizia Municipale”.

Al via anche a Firenze i ‘comitati di vicinato’, ovvero gruppi di cittadini che su whatsapp si scambieranno informazioni, osservazioni e problemi per aumentare gli ‘occhi’ e la sicurezza del territorio. I primi protocolli riguardano i comitati di Ugnano/Mantignano - SantaMargherita/Pian de’ Giullari e via Bolognese/Lastra e sono stati firmati dall’assessore alla sicurezza Andrea Vannucci.

“Si concretizza un percorso iniziato nello scorso mandato – specifica l’assessore Vannucci –, un’arma in più per l’amministrazione per aumentare la percezione di sicurezza: i cittadini che aderiscono a questo progetto hanno formato un comitato e sono stati inseriti in un gruppo whatsapp dove scambiarsi informazioni utili senza cadere nei facili allarmismi. Ogni gruppo ha un referente che poi segnalerà le informazioni alla Polizia municipale”. “Insieme all’istallazione di telecamere e agli investimenti sull’illuminazione col progetto ‘Luce sicura’ i nostri progetti per la sicurezza urbana vanno avanti – ha continuato Vannucci – e i protocolli di oggi, che derivano da un’apposita intesa siglata in prefettura qualche mese fa, aggiungono un “controllo di comunità” che potrà fornirci informazioni utilissime ad aumentare il controllo del territorio e a mirare meglio gli interventi”.

Ogni gruppo whatsapp comprende circa 150 persone. Tra queste sono stati scelti alcuni referenti che faranno un apposito corso di formazione tenuto dalla Polizia municipale e serviranno da ‘filtro’ per smistare le segnalazioni.

Redazione Nove da Firenze