Si fa la doccia nudo di fronte alle Cappelle Medicee

Le foto-denuncia del consigliere regionale Marcheschi (Fdi): "Tutto normale nella rossa Toscana. Pochi turisti ma molti sbandati, non accetto che questa sia la Firenze post-Covid”


Firenze – “Fa caldo e quindi è normale che un signore di colore si faccia la doccia completamente nudo in pieno giorno ad una fontanella nei pressi delle Cappelle Medicee, in pieno centro a Firenze. Tutto normale nella rossa Toscana, bisognerebbe ricordare che chi vuole i diritti deve rispettare i doveri. E’ inaccettabile che a Firenze atti osceni si ripetano con sconcertante frequenza -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi)- E di fronte a questo imperante degrado l’amministrazione comunale rimane silente. Pochi turisti ma molti sbandati, non accetto che questa sia la Firenze post-Covid!”.

"Le foto dell'immigrato che si lava, completamente nudo in una fontana di piazza Madonna degli Aldobrandini, sono un'istantanea del degrado che c'è in centro a Firenze. Non è la prima volta, siamo ormai da anni abituati a immagini del genere: rom che si lavano nelle fontane di piazza Santissima Annunziata e che addirittura lavano e stendono i panni in quella piazza; rom che defecano o urinano in pieno giorno nelle viuzze del centro. Siamo arrivati a livelli inaccettabili". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia). "Proprio stamattina - ricorda Stella - ci chiedevamo che fine avessero fatto i 675.000 euro stanziati dalla Regione Toscana per il triennio 2019-2021 per rafforzare il sistema della polizia municipale di prossimità. Se Nardella avesse davvero istituito il vigile di quartiere, scene indecenti come questa molto probabilmente non le avremmo viste".

Redazione Nove da Firenze