Senza patente scappa dalla Polizia Municipale e provoca un incidente

Le pattuglie dell’Autoreparto e delle Tecnologie di Supporto ieri mattina in azione con lo scout-speed in via Pistoiese. Diverbio con una tassista prosegue con offese agli agenti della Polizia Municipale, denunciato per oltraggio. A Prato sanzionati sei automobilisti alla guida con il cellulare


Ha cercato di evitare il controllo dandosi alla fuga commettendo numerose violazioni e provocando anche un incidente, ma alla fine è stato rintracciato dalla Polizia Municipale. E per lo scooterista, che aveva anche la patente sospesa, sono scattate multe per oltre 2.000 euro e una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. L’episodio risale a sabato scorso. Erano circa le 20 quando una pattuglia del distaccamento di Rifredi stava transitando per servizio in zona Novoli preceduta da uno scooter: gli agenti hanno effettuato un accertamento sulla targa scoprendo che era senza assicurazione. Gli agenti hanno quindi intimato l’alt ma il conducente, per tutta risposta, non solo non si è fermato ma anzi si è dato alla fuga a forte velocità nel tentativo di seminare l’auto della Polizia Municipale. E’ iniziato così l’inseguimento durante il quale lo scooterista ha commesso numerose violazioni (tra cui transito in controsenso, passaggi con il semaforo rosso, sorpassi azzardati) urtando anche un’auto parcheggiata, per fortuna solo con danni al mezzo soltanto danni al mezzo. Alla fine lo scooterista è riuscito a far perdere le proprie tracce ma non per molto. Gli agenti infatti hanno rintracciato il proprietario dello scooter, un 26enne residente a Scandicci, che ha dichiarato di aver prestato il proprio scooter ad un amico fornendone i dati anagrafici. La pattuglia si è quindi recata presso l’abitazione del conducente, un 25enne fiorentino, che, da un controllo, è risultato senza patente (sospesa dal 2015 per mancanza dei requisiti psicofisici) e già noto alle forze dell’ordine. Gli agenti hanno contestato al giovane multe per 2.292 euro per le varie violazioni commesse durante la fuga, per non essersi fermato dopo aver provocato un incidente, per la mancanza di assicurazione e per la revisione scaduta del mezzo. Il tutto con un taglio di 53 punti/patente. Per lui anche una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale Lo scooter è stato sottoposto a fermo amministrativo per 3 mesi (per la guida con patente sospesa) e a sequestro (per l’assicurazione scaduta). A carico dello scooterista anche un verbale non pagabile nell’immediato per guida con patente sospesa a causa della mancanza di requisiti psicofisici dal quale ne è derivata la revoca della patente (sarà il prefetto a stabilirne l’importo). Multato anche il proprietario con un verbale da 389 euro per incauto affidamento di veicolo a persona con patente sospesa.

Continuano i controlli per la sicurezza stradale da parte della Polizia Municipale. Ieri mattina le pattuglie dell’Autoreparto e delle Tecnologie di Supporto hanno effettuati accertamenti con lo scout-speed in via Pistoiese. Sono stati controllati 184 veicoli e per 5 è scattata la sanzione per mancata revisione (169 euro di verbale con annotazione sulla carta di circolazione). Un conducente è stato pizzicato senza patente a seguito: per lui una multa da 41 euro e dovrà presentarsi con il documento di guida presso gli uffici della Polizia Municipale.

Stava camminando in mezzo alla strada e, alla richiesta di una tassista di spostarsi, ha iniziato a offenderla continuando anche con alcuni agenti della Polizia Municipale intervenuta. Per questo un giovane italiano della provincia di Arezzo è stato denunciato per oltraggio. L’episodio è accaduto ieri sera intorno alle 21 in via Roma. Il giovane stava camminando in mezzo alla strada quando una tassista che gli stava dietro ha abbassato il finestrino chiedendogli di spostarsi in modo da lasciarla passare. Per tutta risposta il 21enne ha iniziato a inveire e a offendere la conducente: a quel punto è intervenuta una pattuglia del Reparto Fortezza, presente nella zona per controlli di routine, nel tentativo di sedare l’alterco tra i due. Il giovane invece ha cominciato a inveire anche contro gli agenti e a offenderli alla presenza di numerose persone. Per lui, risultato già noto alle forze dell’ordine, è quindi scattata una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale: rischia la reclusione fino a tre anni.

Proseguono anche a Prato i controlli per il contrasto dei comportamenti che mettono a rischio la sicurezza durante la guida, in particolare l’uso del cellulare ma anche il mancato uso delle cinture di sicurezza, le omesse precedenze, il mancato rispetto della segnaletica. Ieri pomeriggio, mercoledì 20 giugno, una pattuglia in borghese appartenente al Reparto Territoriale della Polizia Municipale ha eseguito dei controlli mirati e in circa quattro ore ha fermato 7 automobilisti , 6 dei quali stavano facendo uso del cellulare durante la guida. Tutti i conducenti sono stati multati, con una sanzione da 161 euro, e gli sono stati decurtati 5 punti dalla patente di guida. Fra i veicoli fermati, uno era anche sprovvisto sia di copertura assicurativa, sia della revisione periodica, sottoponendo cosi l'autovettura sotto sequestro amministrativo. La pattuglia durante il servizio ha accertato anche altre scorrettezze compiute durante la guida. I controlli continueranno anche nelle prossime settimane, tenuto conto del fatto che l’utilizzo dei cellulari durante la guida è molto pericoloso poiché produce un notevolmente allungamento dei tempi di reazione nel conducente, distraendo la sua attenzione dall’osservare la strada ed accrescendo così la probabilità di causare incidenti stradali, soprattutto quando il cellulare è utilizzato per scrivere ed inviare messaggi.

Redazione Nove da Firenze