Coronavirus: in Toscana screening di massa per capire chi ha già gli anticorpi

La Regione ha ordinato 500mila test. Il Governatore Rossi: "Abbiamo deciso di usare il test sierologico che mostra l'evidenza di anticorpi del virus. Questo test potrà dimostrare se il nostro corpo ha sviluppato anticorpi perché ha già incontrato il virus"


(Dire) - "Abbiamo deciso di fare una vera e propria campagna diffusa di screening su quanta più popolazione possibile. Abbiamo deciso di usare il test sierologico che mostra l'evidenza di anticorpi del virus. Questo test potrà dimostrare se il nostro corpo ha sviluppato anticorpi perché ha già incontrato il virus". Lo afferma in un videomessaggio su Facebook sul Coronavirus il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. "È un test - spiega- che si adatta particolarmente per coloro che sono asintomatici. Chi sarà positivo verrà sottoposto all'isolamento e quindi alla verifica del tampone".

La Regione ha ordinato più di 500 mila test. "Domani stesso - aggiunge- dovremmo cominciare ad avere le prime risposte per queste forniture. È nostro interesse tutelare per primi i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari. Quanto prima arriveranno i test sierologici, quanto prima effettueremo il test a tutti gli operatori della sanita', i 60 mila dipendenti del servizio sanitario regionale e a quelli della sanità privata e a tutti quelli che lavorano nel settore". Con gli altri 400 mila test, fa sapere, "si inizierà lo screening di massa che sono certo ci darà risultati importanti".(Dire)

AGGIORNAMENTO 18 MARZO. Sarà un’azienda toscana leader nella diagnostica, che lavora in stretta collaborazione con l’Istituto Spallanzani di Roma, a fornire alla Regione Toscana, in una logica di prossimità, i test sierologici per la diagnosi del Covid-19. Anzi, la svolta a favore di uno screening di massa con questa procedura, annunciata ieri dal presidente Enrico Rossi, è avvenuta anche grazie alla presenza in Toscana di una realtà come questa, assoluta garanzia di qualità.

È quanto emerso stamani nel corso di un incontro tra il presidente Enrico Rossi, assieme ai tecnici regionali, e Massimiliano Boggetti, amministratore delegato della Diesse Diagnostica Senese, azienda con 40 anni di esperienza alle spalle (spin off dello storico Istituto Sclavo), presente in cento paesi, ma col quartiere generale a Siena.

“Questa collaborazione non nasce ora, ma ha una storia importante alle spalle di cui ora possiamo cogliere i frutti”, ha sottolineato il presidente Rossi. “C’è un rapporto importante tra la Diesse Diagnostica Senese e la Regione Toscana, maturata con le nostre politiche di sostegno e sviluppo industriale, con l’utilizzo dei fondi europei e con le nostre politiche a favore delle scienze della vita. Siamo particolarmente orgogliosi di avere in Toscana un’eccellenza di questo tipo, grazie alla quale i toscani potranno contare su test di alta qualità, in grado di renderci ancora più forti in questa battaglia contro l’epidemia”.

Anche l’ad di Diesse Diagnostica Senese ha ricordato la collaborazione con la Regione e gli alti aspetti che fanno della Toscana la sede ideale per l’azienda. “In questo campo il know-how del distretto di Siena non ha eguali al mondo - ha sottolineato Boggetti - e in azienda siamo tutti orgogliosi di poter contribuire a proteggere i cittadini toscani da questa epidemia, grazie al duro lavoro di queste difficili settimane dei colleghi della ricerca e della produzione. Combattere il Coronavirus è una staffetta mondiale e oggi abbiamo compiuto un importante tratto di strada insieme con la Regione Toscana”.

La Toscana, è stato ricordato nell’incontro, comincerà lo screening con le tecnologie già disponibili per proseguire poi con i kit sierologici che a breve l’azienda senese metterà a disposizione.

Si partirà con lo screening su medici, infermieri e operatori sanitari e quindi sui 60mila dipendenti della sanità toscana e su quelli della sanità privata. Questa diagnosi non sostituirà ovviamente quella che viene effettuata col tampone.

Diesse Diagnostica Senese

Diesse Diagnostica Senese è un’azienda italiana di produzione integrata e interamente in-house di sistemi diagnostici in vitro con il quartier generale a Siena. Sin dalla sua fondazione nel 1980, l’azienda ha sviluppato, prodotto e commercializzato sistemi diagnostici innovativi principalmente nel settore della immunodiagnostica e della misurazione automatica della VES. L’azienda ha una presenza globale in oltre 100 paesi, ha tre sedi produttive e un centro di ricerca in cui la progettazione e la realizzazione di test e di nuovi strumenti di rilevazione diagnostica automatizzata incontrano il design italiano e la tecnologia d’avanguardia, identificando Diesse come la “Diagnostic Evolution”.

Redazione Nove da Firenze