Sciopero nazionale del trasporto aereo: settore strategico in Italia

Assistenti di Volo, Tecnici di Manutenzione e Personale di Terra di Vettori, Handlers, Catering e Gestioni Aeroportuali


Le Organizzazioni Sindacali di settore Cgil Cisl e Uil hanno attivato questa vertenza "per fermare la disgregazione del settore, strategico per il Paese, e agiranno con tutte le iniziative idonee per sensibilizzare il Governo e le imprese, in difesa del diritto ad un’occupazione stabile, ad un lavoro dignitoso equamente retribuito, e per favorire una crescita e competizione delle imprese che non si basi più sull’abbassamento delle tariffe, ma sulla qualità dei servizi offerti e la valorizzazione della professionalità indiscussa di Piloti, Assistenti di Volo, Tecnici di Manutenzione e Personale di Terra di Vettori, Handlers, Catering e Gestioni Aeroportuali, evitando che la competizione agisca esclusivamente sulla erosione delle tutele e sull’abbattimento del costo del lavoro".

Inoltre le Organizzazioni Sindacali ritengono la situazione del settore "estremamente grave, in questo momento di incertezza, generata anche dall'avvio della fase conclusiva dell'amministrazione straordinaria del Gruppo Alitalia, i cui esiti non sono al momento affatto scontati e i cui lavoratori e lavoratrici sono ancora in CIGS senza aver avuto riscontro su alcune criticità legate al costo del lavoro (ad esempio scatti di anzianità). Al momento inoltre mancano le certezze e le risorse adeguate che il Fondo di Solidarietà del settore aveva nel passato, che hanno permesso di armonizzare le precedenti crisi del settore".
Le Organizzazioni Sindacali denunciano" l'assenza di una concreta legislazione nazionale di sostegno del settore, di contrasto al dumping contrattuale con la definizione di un contratto di filiera certo, di regole chiare di salvaguardia dell'occupazione, affinché non sia sempre il lavoro e il costo del lavoro a pagare le crisi".

Redazione Nove da Firenze