Schianto in via Mariti: morto giovane scooterista

La dinamica confermata dalle telecamere e da alcuni testimoni


Aveva 22 anni ed era a Firenze per lavoro. È passato con il semaforo rosso ed è stato urtato da un’auto che stava transitando regolarmente. È deceduto così F.A.M. 22enne siciliano a Firenze per lavoro. L’incidente è avvenuto alle 1.40 all’incrocio tra via Mariti e via del Ponte di Mezzo. Il giovane in sella a uno scooter Aprilia Sportcity stava transitando in via Mariti proveniente dal lato di viale Redi e diretto verso verso il lato di piazza Dalmazia quando, arrivato all’incrocio con via del Ponte di Mezzo, è passato nonostante il semaforo rosso. Violento l’urto con un auto che stava arrivando, una Fiat Punto condotta da un 57enne della provincia di Parma anche lui a Firenze per lavoro (la vettura è di proprietà dell’Arval e noleggiata dalla ditta per cui lavora l’uomo). Lo scooter è andato distrutto e il 22enne è morto sul colpo: gli operatori medici sanitari intervenuti immediatamente hanno tentato di rianimare il giovane ma non c’è stato niente da fare. F.A.M lavorava come cuoco a Firenze: è stato identificato stamani dai colleghi di lavoro e sempre stamani sono stati avvisati i familiari. La dinamica dell’incidente è stata ricostruita dalla Polizia Municipale grazie alle immagini di una telecamera ed è stata confermata anche dalla testimonianza di due persone a bordo di una Smart presenti sul posto (l’auto transitiva dietro la Punto). Su disposizione del Pubblico Ministero il 22enne è stato portato a medicina legale dove sarà sottoposto ad autopsia e ai prelievi per accertare eventuale assunzione di alcol e/o stupefacenti. Lo stesso tipo di analisi è stato effettuato anche sull’automobilista che comunque stanotte era sobrio. Entrambi i mezzi sono stati sequestrati.

Redazione Nove da Firenze