Scappano dopo il furto: i commessi inseguono il più lento

Entrano e si impossessano dei robot esposti, poi la fuga tra piazza Alberti e Bellariva


Rubano elettrodomestici da un negozio, i commessi rincorrono il più corpulento e lo fanno arrestare dai Carabinieri. Il compare, più agile, fugge. 

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze hanno tratto in arresto per furto aggravato in concorso un cittadino del Perù, classe 1992, già noto alle forze dell’ordine anche per precedenti specifici. 

L’uomo, insieme ad un complice rimasto ignoto, si è reso responsabile del furto di un aspirapolvere del valore di circa 800 euro dall’interno dell’esercizio commerciale “Unieuro”. I due, fermatisi davanti agli espositori degli elettrodomestici presenti vicino all’ingresso, con un incredibile naturalezza, davanti a tutti, si sono impossessati di due robot aspirapolvere lì presenti. I commessi, increduli, hanno notato i due superare le casse ed allontanarsi con in braccio i due aspirapolvere. Vani sono stati i richiami a fermarsi.

I due, imperterriti, accelerando il passo, si sono dati alla fuga. In strada si sono subito separati. Uno è andato da una parte, uno dall’altra. I commessi hanno così deciso di inseguire quello più corpulento, mentre il più magro, con passo più veloce, riusciva a far perdere le sue tracce. Non perdendolo di vista, hanno seguito il ladro, chiamando il “112”. I militari del pronto intervento, giunti immediatamente sul posto, grazie alle indicazioni dei commessi, sono riusciti a bloccare l’uomo nella vicina in Via Lanza, recuperando anche l’aspirapolvere che questi aveva buttato a terra nel tentativo di darsi alla fuga.

Il malfattore è stato così tratto in arresto e portato nelle camere di sicurezza dell’Arma, in attesa del giudizio per direttissima che si terrà in mattinata.

Redazione Nove da Firenze