Salvini a Pisa: Rossi e Ciuoffo chiedono il rinvio della cena su Ponte di Mezzo

Rinviare la cena nell'ambito di "Arcobaleno d'estate" prevista per venerdì sera sul Ponte di Mezzo a Pisa


La richiesta arriva dal presidente della Regione Enrico Rossi e dall'assessore al turismo Stefano Ciuoffo. "La partecipazione del ministro Salvini, su invito della Confcommercio - sottolineano il presidente e l'assessore - ha trasformato la cena in una iniziativa elettorale che non ha nulla a che vedere con l'obiettivo originario della manifestazione regionale, che è quello di creare momenti di confronto sulle prospettive e lo sviluppo del turismo. Pertanto chiediamo che l'evento sia posticipato di quindici giorni per assicurare la massima serenità per tutti per la buona riuscita dell'evento".

“La cena sul Ponte di Mezzo si farà e lasceremo riservati i posti a tavola per il Governatore Rossi e per l'assessore Ciuoffo che potranno sempre partecipare” rispondono all'unisono la presidente e il direttore di Confcommercio Pisa Federica Grassini e Federico Pieragnoli alla richiesta della Regione Toscana di rinviare l'evento: “A così poche ore siamo sinceramente sorpresi e dispiaciuti da questa richiesta, ma la cena sul Ponte non potrà in ogni caso essere rinviata, visto l'impegno e l'enorme sforzo organizzativo di tantissimi attori che renderanno speciale l'evento, regione Toscana compresa. Per quanto riguarda poi la preventiva e errata supposizione della Cena come iniziativa elettorale, è sufficiente da uno sguardo alla scaletta degli interventi di carattere istituzionale per fugare ogni qualsivoglia dubbio: il saluto della presidente Grassini farà da aprirpista agli interventi dell'assessore Ciuoffo, del direttore de la Nazione Carrassi, del vicepremier e ministro dell'Interno Salvini, del segretario del Pd Maurizio Martina”. “Se il Governatore Rossi e l'Assessore Ciuoffo vorranno ripensarci, saranno accolti anche all'ultimo minuto. Nel frattempo, noi ringraziamo per la partecipazione il Prefetto, il Vice-Prefetto, il Questore, la Nazione e tutte l istituzioni che hanno dato conferma della loro partecipazione” - concludono presidente e direttore di Confcommercio Pisa.

Domani il ministro degli Interni Matteo Salvini sarà a Pisa per chiudere la campagna elettorale. Lo invito da qui, da questa città storicamente aperta, del sapere, città accogliente e antirazzista, prima di tutto a chiedere scusa a Roberto Saviano. Un simbolo vivente di lotta alla criminalità che ha scelto di non tacere, di denunciare, di affermare giustamente quello che pensa, e in secondo luogo, sempre da Pisa, lo invito a cominciare a parlare di lotta all’illegalità e alla criminalità organizzata. Perché finora non vorrei che a Salvini fosse sfuggito che questa dovrebbe essere la priorità di ogni agenda politica di ogni ministro degli Interni. La smetta di spargere odio, di infangare chi merita rispetto e tutele, chi in questo Paese ha lottato e continuerà a lottare per la verità e per la legalità. Chieda scusa a Saviano, è il primo gesto di dignità che ha il dovere di compiere” dichiara Alessandra Nardini, consigliera regionale Pd.

Redazione Nove da Firenze