Sacchetti bio, a pagamento anche in Farmacia

Il Codacons interviene per ricordare ai consumatori che possono rifiutare


 La nuova normativa indica come obbligatori i sacchetti biodegradabili a pagamento per il consumatore per quanto riguarda frutta e verdura, così come per i farmaci.
Prosegue dunque la polemica di inizio anno, l'alternativa è trasportare a mano i prodotti oppure portarsi una busta da casa.

Dal primo gennaio 2018 i farmacisiti sono obbligati ad inserire all'interno dello scontrino il prezzo dell'eventuale bustina che viene data ai cittadini, altrimenti possono essere multati con una sanzione che va da 2.500 a 25mila euro.

Codacons commenta "La norma consente al consumatore di poter rifiutare il sacchetto che viene dato dal farmacista, potendo portare da casa il proprio oppure portando in mano i prodotti che abbiamo acquistato".

Continua ipoi la polemica per quanto concerne i sacchetti bio nei supermercati, da una recente indagine dell'Associazione 3 sacchetti su 4 risulterebbero fuorilegge.
"Abbiamo presentato un esposto in Procura chiedendo anche maggiori controlli da parte delle autorità in merito al rispetto della normativa" spiegano dal Codacons.

Redazione Nove da Firenze