Rossi avverte Zingaretti: "Il Pd non si faccia rinchiudere in una sinistra ridicola"

Il governatore toscano: "Forza e coraggio, costruiamo un grande partito popolare con un baricentro più spostato a sinistra. Spero che Renzi non faccia strappi verso il governo"


(DIRE) Firenze, 18 set. - "Auguriamoci che Renzi non faccia strappi insulsi verso il governo, che deve durare e fare le cose per cui è nato, ma anche che non si attizzi di nuovo la polemica col centrosinistra. La forza che va a creare dovrà essere necessariamente alleata col Pd". Lo afferma il presidente della Toscana, Enrico Rossi (Pd), ai microfoni di Radio Anch'io su Radio 1, tornando a commentare la scissione di Matteo Renzi dai dem. "Pure io sbagliando ero uscito dal partito - aggiunge - e ho subito su di me tante invettive pesantissime, poi sono rientrato facendo anche autocritica".

Rossi concorda con la linea interlocutoria tenuta dal segretario nazionale del Partito democratico nell'intervista che appare oggi sul 'Corriere della Sera'. "Penso che faccia bene Zingaretti a non lanciare invettive, a mantenere aperto un dialogo con Renzi - precisa - e il Pd si faccia forza e coraggio". 

Il governatore lancia un avvertimento ai suoi compagni di partito: "Non dobbiamo farci rinchiudere a sinistra, in una sinistra da ridotta, ridicola. Dobbiamo costruire davvero un grande partito popolare che abbia un suo baricentro più spostato a sinistra".

(Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze